The news is by your side.

Carpino Folk Festival, domani ‘La notte di chi ruba donne’

13

Mercoledì 05 agosto, a Carpino in Largo San Nicola dalle ore 21.30 ‘La notte di chi ruba donne’ – concerti della tradizione. Vidë che bella lunë che belli stellë (Guarda che bella luna che belle stelle), questë iè la nottë che cë arrubbënë li donnë (questa è la notte che si rubano le donne), chi arrubbë li donnë non cë chiamë ladrë (chi ruba le donne non si chiama ladro), cë chiamë giuvinottë svënturatë….. (si chiama giovanotto sventurato…..). La serata, denominata "La Notte di chi Ruba Donne", è quella in cui a Carpino, ma anche in tutto il Gargano e in buona parte dell’Italia si gira (va) per il paese a "fare innamorare le donne alla finestra’, la notte dei sonetti suonati a serenate.  E’ questa la notte del Carpino Folk Festival in cui si dà ampio spazio alla musica popolare amata dagli studiosi, quella degli autentici interpreti, che in gergo sono definiti, "i cantori" o i "cantatori". Nei luoghi in cui sono state effettuate la maggior parte delle registrazioni etnomusicologhe che hanno coinvolto il Gargano, al ritmo di musiche lontane, perse nella memoria dei secoli e riattualizzate, si cercherà di rendere il presente in diretto contatto con il passato; notte di canti e di strani incontri tra culture diverse. Questo anno è la volta delle Marche e dell’area Vesuviana. RARECA ANTICA – CANZONIERE VESUVIANO, PETRIO’ MMIA – CANTI E SALTARELLI MARCHIGIANI, I CANTORI DI CARPINO – SERENATE E TARANTELLE ALLA CARPINESE.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright