The news is by your side.

‘Sabbia fine’/ Presentato il libro di poesie dedicato a Peschici

15

Ho accettato di moderare questo appuntamento culturale per un duplice motivo: per la curiosità di conoscere la poetessa, Erika Derme, questa giovane autrice che ha fatto parlare la mente, il cuore promuovendo- e questo è il secondo motivo- il Gargano attraverso i versi, nella maniera migliore in assoluto, avvalendosi di un meccanismo di comunicazione connotato da un’impronta professionale; per un attimo, riflettendo sul nome della scrittrice, ho anche pensato si trattasse di una straniera, salvo poi ricredermi: così ha aperto la serata il giornalista Michele Lauriola, moderatore dell’incontro tenutosi la scorsa domenica 2 agosto alle ore 21.00 presso lo spazio antistante la sede del Comune di Peschici. Protagonista indiscussa dell’appuntamento culturale la raccolta di poesie ‘Sabbia fine’ della scrittrice Erika Derme dedicata a Peschici e alla costa garganica. Numerosi gli intervenuti alla serata, durante la quale sono stati letti alcuni passaggi dei componimenti poetici, che ha visto gli interventi dell’Assessore con delega alla Cultura, Pubblica Istruzione e alla Sanità del Comune di Peschici, dott. Leonardo Mario Di Miscia e della Prof.ssa Lucrezia D’Errico.
Leggendo le poesie- ha continuato l’Assessore con delega alla Cultura, dott. Leonardo Mario Di Miscia- emerge il senso di appartenenza, la partecipazione affettiva dell’autrice a questo paese, che ritroviamo anche nei versi della poesia intitolata ‘Il viaggio’. Mi ha colpito, infatti, una sorta di pressione della scrittrice nel voler organizzare questa presentazione presso il Comune di Peschici, quasi proprio come un emigrante che ritorna al proprio paese. I turisti, gli ospiti, in fatti, vivono con noi le emozioni di questa cittadina.
Tante le presenze registrate per questa serata di presentazione di raccolta, Sabbia fine, che resterà nel tempo, nella memoria, come testimonianza scritta di una promozione in versi, come ha ricordato Michele Lauriola. I profumi, la magia e il tempo sono i temi principali- ha continuato- che ritroviamo nella poesia ‘Attimi di vita’ come testimonianza di vita vissuta in un luogo che lascia il segno: Peschici.
Mi ha colpito il titolo della raccolta, Peschici è un nome di orgine slava, la cui traduzione letterale è proprio Sabbia fine, che nasconde la preparazione filologica della scrittrice che ha cristallizzato in versi poetici panorami e sentimenti, il più importante quello della serenità che è il fil rouge di tutta la raccolta: così la professoressa Lucrezia D’Errico si è espressa riguardo la pubblicazione, dopo aver letto a tutti i presenti il componimento ‘Raggi di luce’; la raccolta- ha precisato- si avvale di una comunicazione semplice e di una scrittura lineare. Attraverso la poesia costruiamo il nostro pensiero e la scrittrice è riuscita ad entrare in sintonia con questi luoghi. Tra i versi anche una parentesi mistica, religiosa, attraverso il componimento dedicato a Padre Pio. Il fonosimbolismo che connota la raccolta, aiuta ad esprimere il sentimento di pace, serenità e tranquillità provato dalla scrittrice. C’è dunque un buon lavoro di ricerca, mascherato dalla semplicità dello stile linguistico utilizzato.
Sabbia fine- ha dichiarato Erika Derme – è una raccolta di poesie mi piace dire “scritte con la mente del cuore” che descrivono località, colori, profumi e sapori della costa garganica. Il titolo è stato frutto di una scelta oculata: mi ha subito affascinato l’idea che suscita questo accostamento di parole. Ho deciso di fare questa dedica a Peschici perché questi luoghi fanno parte di me. Un sentito ringraziamento- ha continuato la scrittrice- va all’Amministrazione Comunale di Peschici che ha reso possibile e si è resa fin da subito disponibile per la presentazione in loco, contribuendo alla buona riuscita della serata. Grazie  a tutti i presenti e, non da ultimo in ordine di importanza, a tutti coloro che mi hanno sostenuto e mi stanno sostenendo in questa bella esperienza, frutto di un progetto editoriale in fieri. Sabbia fine, infatti, insieme ad altri volumi di prossima pubblicazione fra cui ‘L’Aquila in movimento’ in uscita in autunno, fa parte di una collana di poesie e racconti destinate al grande pubblico. Riflettendo a mente fredda, ha concluso Erika Derme, posso dire che non mancano di certo le fonti d’ispirazione per tornare a scrivere versi su luoghi e personaggi della zona. Seguitemi, dunque, all’interno del mio blog consultabile all’indirizzo internet http://segnigrafici.blog.tiscali.it per essere sempre aggiornati su questa e le prossime uscite letterarie.
La serata si è conclusa con uno scambio di battute sull’eventualità di attribuire la cittadinanza onoraria a coloro che contribuiscono a valorizzare, attraverso le loro opere, queste località. Parole rassicuranti dall’Assessore Di Miscia che ha confermato una riflessione dell’Amministrazione comunale in questo senso.
Il blog, lo ricordiamo, consultabile all’indirizzo internet http://segnigrafici.blog.tiscali.it, raccoglie le segnalazioni letterarie e da notizia degli eventi correlati di volta in volta organizzati in occasione delle singole pubblicazioni; segnalazioni anche sul social network Facebook, all’interno della pagina personale della scrittrice Erika Derme che vi invitiamo a consultare periodicamente per essere informati sui prossimi appuntamenti.
Erika Derme è nata a Colleferro (in provincia di Roma) il 19 maggio del 1982. Giornalista dal 2007, nello stesso anno ha conseguito la laurea specialistica cum laude presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma. Già autrice di poesie, novelle e articoli giornalistici di approfondimento, negli anni ha ricevuto numerosi riconoscimenti per le sue produzioni in occasione dei concorsi letterari cui ha partecipato e di cui testate nazionali, locali e di settore hanno dato notizia (Il Tempo, Il Nuovo Giornale dei poeti, Cronache Cittadine).

Per ulteriori informazioni:
http://segnigrafici.blog.tiscali.it;
segnigrafici@tiscali.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright