The news is by your side.

Vico/ Locali ASL allagati dalla pioggia sfiorato il corto circuito

18

La struttura in semiabbandono con fili elettrici penzoloni e un ascensore che non va.

 

La classica gocciolina che ha fatto traboccare il vaso della.. pazienza.
Questa volta a mandare su tutte le furie medici e, non solo, delle’Azienda sanitaria foggiana, in servizio a Vico, è stata la pioggia che ha allagato alcuni locali e, soltanto grazie al prono intervento degli addetti alle pulizie, è stato impedito che, oltre al corridoio, l’acqua interessasse anche il laboratorio di analisi.
Ma le conseguenze sarebbero potuto essere drammatiche nel caso di corto circuito; evenualità non molto lontana, visto che fili elettrici erano letteralmente disseminati in una parte del corridoio, tant’è che ‘è stata anche l’interruzione dell’energia elettrica. Da oltre sette mesi sono iniziati i lavori di installazione di un ascensore, continuamente interrotti. Lavori sospesi e cantiere abbandonato.
L’allagamento dei locali è stata la diretta conseguenza del fatto che il cantiere, aperto e ancora non chiuso, ha tra l’altro lasciato senza protezione uno degli ingressi dell’edificio, non solo, ma anche creato una sorta di raccoglitore d’acqua con la conseguenza che, una volta riempitosi, non ha fatto altro che riversare l’acqua all’interno dell’edificio. Quanto accaduto non poteva non creare preoccupazione, anche perchè si tratta dell’ennesimo incidente di percorso che viene registrato nella struttura sanitaria di via Di Vagno.
Più volte si sono verificate cadute di pezzi di polistirolo staccatisi dalla volta della sala medici, sempre a causa di infiltrazioni d’acqua. Non ultimo, ma non per importanza, l’allagamento della stessa sala dovuta al fatto che, ancora una volta, gli operai avevano lasciato aperto un grosso foro, attraverso il quale fiumi d’acqua si erano riversati nel locale.
In conclusione, niente di nuovo sotto..il cielo dell’improvvisazione.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright