The news is by your side.

FORMAZIONE PROFESSIONALE: NUOVI AVVISI PUBBLICI

16

Punteranno a favorire l’inserimento nel mondo del lavoro.

 

“La situazione del mercato del lavoro in provincia di Foggia presenta ormai elementi di evidente criticità. La necessità di fornire ai nostri cittadini strumenti efficaci che sappiano accompagnare il reinserimento occupazionale ma anche realizzare attività formative, elemento centrale nelle dinamiche lavorative, diventa dunque impellente. L’Amministrazione provinciale, dopo il varo del primo bando in materia di Formazione Professionale, è oggi pronta a presentare altri due avvisi pubblici. Sia pure in tempi ristretti, siamo riusciti ad elaborare due documenti rivolti ad alcune delle fasce sociali più in difficoltà”. Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, commenta il varo, da parte dell’assessorato provinciale alle Politiche Attive del Lavoro, di due avvisi pubblici riferiti all’Asse II-Occupabilità del Fondo Sociale Europeo (POR Puglia 2007-2013). I due bandi, entrambi in fase di pubblicazione e licenziati con determina dirigenziale, sono finalizzati da un lato al finanziamento di interventi tesi all’inserimento e al reinserimento lavorativo (per un importo complessivo di 1 milione 620mila euro) e dall’altro all’agevolazione dell’ingresso nel mondo del lavoro di inoccupati e disoccupati con basso titolo di studio (per un importo complessivo di 540mila euro).
“La crisi che sta interessando il nostro sistema economico – spiega l’assessore provinciale alle Politiche Attive del Lavoro, Leonardo Lallo – impone la necessità di mettere in campo azioni rapide ed efficaci. Specie in provincia di Foggia, queste si rendono indispensabili alla luce di una condizione di grande sofferenza, a cui occorre dare risposte imprimendo una svolta significativa nell’approccio alle questioni occupazionali. Il nostro obiettivo resta quello di costruire un grande patto per il lavoro e lo sviluppo della Capitanata, di cui i bandi che a tempo di record abbiamo elaborato sono parte integrante”.
Il primo avviso pubblico punta a selezionare percorsi formativi utili all’acquisizione di competenze per il conseguimento di una qualifica utile all’inserimento o al reinserimento lavorativo. Gli interventi formativi proposti dovranno essere indirizzati nei settori economici della provincia di possibile espansione, secondo la previsione contenuta nel piano provinciale di attuazione 2009 del POR Puglia FSE 2007-2013. “Anche in questo caso – aggiunge l’assessore Lallo – abbiamo scelto di costruire un modello di politiche formative che fosse orientato ai segmenti della nostra economia più coerenti con le vocazioni e le specificità territoriali, in modo da realizzare concretamente uno sviluppo ‘reale’ delle prospettive occupazionali di Capitanata”. I progetti presentati dai soggetti beneficiari dovranno fare riferimento a percorsi formativi della durata massima di 1.000 ore, per un massimo di 18 allievi, con un minimo di 9 per corso e con un parametro di spesa di 15 euro per ora/allievo. Al termine del corso dovrà essere previsto un esame finale per il rilascio dell’attestato di qualifica. Al fine di incentivare la qualità dei progetti, ogni organismo di formazione potrà presentare, per ciascuna sede operativa accreditata nell’ambito della provincia di Foggia, solo una proposta formativa. Ogni intervento dovrà obbligatoriamente prevedere: un modulo di informazione e di sensibiliz
zazione alle tematiche dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, della durata di 12 ore; un modulo di informazione e formazione relativo all’applicazione della normativa vigente in materia di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro, della durata di 12 ore; un modulo di informazione e di formazione relativo alla applicazione della normativa vigente in materia di pari opportunità, della durata di 12 ore; un modulo sui temi inerenti i processi di produzione del settore di riferimento del percorso di qualificazione, sviluppato da uno o più esperti concordati con le aziende coinvolte negli stage, della durata di 12 ore, da effe!
ttuare i
mmediatamente prima dello stage; uno stage in azienda di durata minima del 40% del monte ore corso; un modulo di accompagnamento al lavoro, per un minimo di 20 ore (placement-consulenza all’autoimpresa- etc.). “In considerazione del fatto che le azioni programmate dalla Provincia di Foggia, con il cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo, oltre a percorsi formativi prevedono anche l’erogazione di incentivi finalizzati all’occupazione – aggiunge Lallo – è nostra intenzione bandire a breve un altro avviso per l’erogazione di ‘aiuti’ alle aziende per nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato. In questo verranno privilegiate le aziende che assumeranno gli allievi impegnati nelle attività formative contenute nel bando elaborato dall’Amministrazione provinciale”. All’avviso pubblico possono partecipare gli organismi di formazione professionale con sedi operative accreditate operanti nella provincia di Foggia, compresi i comuni di Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia, non essendo stata ancora disposta la delega in materia di Formazione professionale in favore della provincia ‘BAT’. Sono destinatari dell’intervento gli iscritti all’anagrafe dei Centri Territoriali per l’Impiego della Provincia di Foggia e dei comuni di Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia aventi le seguenti caratteristiche: soggetti che hanno cessato un’attiv
ità imprenditoriale senza sostegno al reddito; disoccupati di lunga durata.
Il secondo bando, invece, si rivolge a persone in cerca di lavoro in possesso di un basso titolo di studio (laddove per basso titolo di studio si intende: nessun titolo – licenza elementare – licenza media). “Una categoria – rileva l’assessore – che rappresenta, su base regionale e con riferimento ai dati del 2007, una percentuale di circa il 50% della popolazione alla ricerca di occupazione”. I progetti presentati dai soggetti beneficiari dell’avviso dovranno fare riferimento a percorsi formativi della durata massima di 1.000 ore, per un massimo di 18 allievi, con un minimo di 9 per corso e con parametro di spesa di 15 euro per ora/allievo. Al termine del corso dovrà essere previsto un esame finale per il rilascio dell’attestato di qualifica. Il percorso formativo, improntato a metodologie che agevolino l’apprendimento di persone per lo più adulte e con basso titolo di studio, dovrà prevedere necessariamente: una fase di orientamento, da realizzare in collaborazione con i Centri Territoriali per l’Impiego; una fase di accoglienza, con la definizione di un patto formativo; una fase di accompagnamento e di assistenza all’autopromozione. Anche in questo caso, al fine di incentivare la qualità dei progetti, ogni organismo di formazione potrà presentare, per ciascuna sede operativa accreditata nell’ambito della provincia di Foggia, solo una proposta formativa. Ogni intervento dovr
à obbligatoriamente prevedere: un modulo di informazione e di sensibilizzazione alle tematiche dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, della durata di 12 ore; un modulo di informazione e formazione relativo all’applicazione della normativa vigente in materia di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro, della durata di 12 ore; un modulo di informazione e di formazione relativo alla applicazione della normativa vigente in materia di pari opportunità, della durata di 12 ore; un modulo sui temi inerenti i processi di produzione del settore di riferimento del percorso di qualificazione, sviluppato da uno o più esperti concorda!
ti con l
e aziende coinvolte negli stage, della durata di 12 ore, da effettuare immediatamente prima dello stage; uno stage in azienda di durata minima del 40% del monte ore corso; un modulo di accompagnamento al lavoro, per un minimo di 20 ore (placement-consulenza all’autoimpresa-etc.). Possono partecipare all’avviso pubblico gli organismi di formazione professionale con sedi operative accreditate, per la macrotipologia “formazione superiore”, operanti nella provincia di Foggia, compresi i comuni di Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia.
Entrambi i bandi saranno consultabili e scaricabili, nei prossimi giorni, sul portale dell’Amministrazione provinciale, all’indirizzo www.provincia.foggia.it


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright