The news is by your side.

Verona – Foggia 0 – 0 al Bentegodi di Verona

16

Parte col piede giusto il nuovo campionato dell’Us Foggia del duo Porta – Pecchia. A Verona i rossoneri conquistano un ottimo punto senza mai correre grandi rischi. Salgado sostituito al 32′ del primo tempo per scelta tecnica. Ormai è finito il rapporto con la Società di Via Napoli. Termina 0 a 0 l’incontro tanto atteso del Bentegodi di Verona contro i gialloblù di Remondina. Un risultato sicuramente positivo che alla vigilia in parecchi avrebbero auspicato considerata la valenza dell’avversario che viene indicato da più parti come una delle pretendenti alla vittoria finale del torneo. Foggia schierato nella formazione annunciata con Milan tra i pali, difesa a quattro con Sgambato, Burzigotti, Cuomo e D’Agostino, centrocampo con D’Amico e Velardi a supporto di Trezzi, Di Roberto e Salgado davanti all’unica punta Germinale. Lo stesso schieramento già collaudato contro Viterbese e Triestina nella Coppa Italia Tim. In panchina, per la prima volta in partite ufficiali, Ferrari che rientrava dopo un infortunio alla spalla.
Da sottolineare la guida tecnica del duo Porta – Pecchia con quest’ultimo vero e proprio allenatore – giocatore che con la grinta del campione elargiva consigli ai ragazzi in maglia bianca quest’oggi.
Unica nota stonata della giornata la sostituzione di salgado dopo soli 32 minuti della prima frazione di gioco. Il cileno sottotono anche oggi è stato rilevato da un ottimo Mancino che ha dato più spinta offensiva alla squadra. Il cileno, davvero irritabile la sua prestazione, continua a non integrarsi in questo gruppo dimostrando di non esserci mentalmente. Alla Società, a questo punto, il compito di porre fine a questa storia che non fa bene a nessuno nè al calciatore che ormai è privo di stimoli e alla Società che si libererebbe di un tesserato con un ingaggio elevato.

La partita

Davanti a circa 12000 spettatori con un gruppo di cinquecento foggiani presenti sugli spalti in una giornata afosa e su un terreno in ottime condizioni Verona e Foggia si affrontano nella prima giornata di campionato di Prima Divisione Lega Pro girone B.
Al 3′ un cross di D’Agostino al centro per Velardi che calcia altissimo sulla traversa. All’8′ è il Verona a farsi pericoloso con Berrettoni che entrato in area serviva la sfera al centro. La palla attraversava tutta l’area senza che nessun gialloblù potesse intervenire. 11′ Di Roberto su punizione con palla alta sulla traversa. 15′ Pensalfini converge in area per l’accorrente Selva che colpisce e manda la sfera fuori in diagonale. Al 17′ il Verona va in gol. Punizione dalla sinistra e Russo tutto solo colpisce di testa a rete ma in posizione di fuorigioco. L’assistente Sotgiu segnala l’off side e rete annullata. Scampato il pericolo non è però piaciuta la posizione della difesa foggiana in occasione della punizione. Al 21′ da registrare la prima ammonizione tra le fila foggiane con Trezzi per gioco scorretto. 25′ Su azione di calcio d’angolo la palla giunge al limite ed Esposito calcia alto. 30′ Grande azione veronese dalla destra palla in area e l’esperto selva viene anticipato da Burzigotti al momento della conclusione. Al 34′ secondo cartellino giallo per i rossoneri. Stavolta è Burzigotti a finire sulla lista dei cattivi per gioco pericoloso su Selva. Punizione giusta ma che in altre occasioni simili a favore del Foggia ha visto il Sig. Liotta di Lucca non usare lo stesso metro di giudizio. Al 38′ contropiede del Verona con Ciotola Pensalfini che va al tiro e Milan compie la prima prodezza di giornata deviando in tuffo in angolo. Da segnalare ancora un’ottima prova del giovane portiere rossonero che anche oggi è stato impeccabile soprattutto sulle uscite di pugno. 42′ Foggia vicino al vantaggio. Germinale recupera un ottimo pallone e da fuori area si gira e calcia la sfera che sfiora il palo alla sinistra di Rafael davvero di un niente. Ultimo sussulto al 45′ sempre con Berrettoni che si libera di due difensori foggiani e va al tiro. Milan para a terra senza problemi.

La ripresa

La seconda frazione di gioco non riserverà grosse emozioni al pubblico presente. Al 2′ Selva riceve palla in area e dopo una indecisione di Burzigotti calcia malamente a lato. Nell’azione successiva terzo giallo in casa Foggia per Cuomo per una brutta entrata su un gialloblù. 7′ Pugliese ( ottima la prova dell’esterno scaligero ) dalla sinistra serve Selva che colpisce di testa ma Milan non si fa sorprendere. All’8′ Mancino prova la conclusione dal limite ma la sfera è facile preda di Rafael. Al 20′ tra i rossoneri fa il suo esordio stagionale in partite ufficiali l’italo americano Ferrari che rileva uno stanchissimo Di Roberto. 22′ Esposito serve Berrettoni che si gira e tira verso la porta foggiana. Palla alta. Al 30′ ammonito Cangi nel Verona per fallo su Velardi il migliore dei rossoneri quest’oggi. Il Foggia tiene il campo e dimostra di poter controllare la partita a suo piacimento. Il Verona non riesce a trovare sbocchi nelle maglie difensive rossonere. 38′ Pugliese, sempre lui, dalla sinistra converge al centro e Selva colpisce di testa con palla fuori. Da rilevare che al 34′ del secondo tempo Porta sostituiva Germinale affaticato e preda di crampi con il giovane Compierchio. Al 42′ Farias, subentrato a Ciotola dal 25′ del secondo tempo, serve al centro ma la difesa rossonera è pronta a spazzare con Burzigotti. 44′ Difesa rossonera ancora in affanno che dopo una serie di batti e ribatti serve Scapini, subentrato a Berrettoni, che calcia a rete. Palla fuori. L’incontro scivola verso la conclusione. Il direttore di gara segnala ben cinque minuti di recupero. Al 46′ Mancino ammonito per comportamento scorretto. sarà il quarto giallo dell’incontro tra i foggiani. Sino al termine viene fuori il carattere di questa squadra che porta a casa un punto ottimo e meritato. Un buon viatico per il prosieguo di questo difficile campionato.

Tiziano Errichiello – UnioneSportivafoggia.com


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright