The news is by your side.

I pugliesi s’ipotecano casa. A Foggia + 471,6%

20

Lieve rimbalzo in Puglia sul fronte delle ipoteche legali sugli immobili – quelle connesse al recupero di crediti in sofferenza e non alla sottoscrizione di mutui. Dopo il calo del 2008, nei primi 5 mesi del 2009 sono infatti risalite del 35,9%, per un importo complessivo di poco superiore al miliardo di euro (1.018.000), facendo comunque meglio rispetto al dato nazionale. Lo afferma Experian, riferimento nel mondo nei servizi informativi per il business e il credito. Se da gennaio a maggio 2009 in tutta Italia le ipoteche legali, dopo il crollo del 2008, sono rimbalzate risalendo del 78%, la Puglia ha tenuto, limitando il rimbalzo al 35,9%, passando dalle 3.170 iscrizioni dei primi cinque mesi del 2008 alle 4.308 di quest’anno. Diminuisce sensibilmente anche l’incidenza del dato regionale su quello nazionale, che passa in un solo anno dal 6,77% al 5,17%.

Un segnale comunque che invita a non abbassare troppo la guardia per un fenomeno che, dopo la crescita esponenziale dei primi anni duemila e il crollo del 2008, a seguito di interventi normativi che hanno introdotto una soglia minima (8.000 euro) per l’importo dei crediti da tutelare con lo strumento dell’ipoteca legale, ha ancora mostrato una certa vivacità. Fra il 2000 e il 2007 infatti il numero delle ipoteche legali iscritte ogni anno era passato in Italia da 6.400 a quasi 300.000, e in Puglia da 645 a più di 18.678.

La risalita di quest’anno indica un palpabile peggioramento dell’esposizione dei pugliesi nei confronti di Pubblica Amministrazione e Enti di Riscossione, anche a causa delle difficoltà che hanno colpito l’economia a partire dai primi mesi dell’anno. Alla risalita del numero delle ipoteche legali rilevato a livello dell’intera regione corrispondono, sempre nei primi 5 mesi del 2009, andamenti contrastanti nelle varie province.

Secondo le rilevazioni di Experian, in testa alla classifica delle province più virtuose c’è Taranto (-28,2%), seguita da Lecce (-14%) e dalla nuova provincia di Barletta-Andria-Trani (-4,3%). Relativamente in linea con il dato regionale sono invece Brindisi (+37%) e Bari (+55%), mentre preoccupa l’impennata di Foggia. In quest’area, che raccoglie un terzo del totale delle ipoteche su suolo pugliese, infatti Experian ha registrato il secondo tasso di incremento a livello nazionale (+471,6%), secondo solo a quello della provincia di Roma, e le ipoteche risultano addirittura triplicate rispetto al 2007, anno in cui ancora non era entrata in vigore la nuova disposizione normativa che ha ritoccato verso l’alto la soglia minima d’importo dei crediti da tutelare con lo strumento dell’ipoteca.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright