The news is by your side.

Furti di acqua scoperti a Vieste

20

I carabinieri denunciano due allevatori

 

Ancora furti di acqua nelle campagne del Gargano. Lo hanno scoperto i carabinieri che a Vieste hanno denunciato due allevatori del centro garganico che si erano allacciati abusivamente ad una condotta dell’acquedotto pugliese. Secondo quanto emerso dai militari dell’Arma i due,  padre e figlio di 63 e di 43 anni, che hanno un’azienda agricola in località Fara del Falco grazie ad alcuni tubi si erano attaccati ad una condotta dell’ente idrico pugliese grazie al quale riuscivano a portare l’acqua potabile nella loro masseria.
Il blitz messo a segno ieri rientra nell’ambito dei numerosi controlli dei carabinieri del comando provincia di Foggia decisi nei mesi scorsi dopo le segnalazioni dell’Acquedotto Pugliese che lamentava numerosi furti di acqua in diverse zone della provincia di Foggia. E proprio a causa di quei furti l’ente aveva deciso di razionare l’approvvigionamento di acqua anche nelle abitazioni di diversi centri del promontorio. Ad agosto sempre i carabinieri scoprirono altri furti di acqua messi a segno da agricoltori ma anche da alcuni campeggiatori che erano riusciti a collegarsi, illegalmente, alle condotte principali dell’Acquedotto Pugliese.

 

ci giunge precisazione:

(…) che in agro di Vieste non esiste la località Fara del Falco. Fara del Falco è l’insegna dell’ azienda  che esercita attività agricola e ricettiva a Vieste, in località Delfino.

Ce ne scusiamo con l’interessato, ma la notizia ci è giunta così battuta.

La Redazione


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright