The news is by your side.

Terrevoli e Vascello tracciano un primo bilancio della stagione turistica

18

Tracciato un primo bilancio della stagione turistica appena conclusasi. E’ un bilancio (tutto sommato) assai favorevole alle province di Foggia e Lecce. Il Gargano ed il Salento (nonché i Monti Dauni) hanno spopolato, incrementando turisti forestieri ed italiani con arrivi e pernottamenti in loco.  Alla conferenza stampa di ieri mattina sono intervenuti gli assessori Nicola Vascello e Magda Terrevoli, rispettivamente assessore provinciale e regionale al Turismo, i quali hanno posto l’accento come la terra di Capitanata ha raccolto il 50% di arrivi. “I dati statistici del 2009 ancora non sono arrivati per i cronici ritardi degli operatori turistici -ha detto l’assessore provinciale al Turismo, Vascello- ma sono superiori a quelli del 2008. In cantiere esistono varie iniziative per portare ‘al top’ il turismo in provincia di Foggia: balneare, itinerante, religioso, ecc. Anche il turismo della montagna e degli altri Comuni in generale è ottimo con un forte aumento di visitatori. A metà settembre vi sarà una manifestazione subacquea alle Isole Tremiti con la partecipazione di numerosi partecipanti nazionali, come pure altre feste (tipo: gusti e sapori). Si desidera di conseguenza valorizzare l’aspetto dei nostri prodotti locali. Ed ora un pò di dati: 4 milioni e mezzo di visitatori in provincia di Foggia; 3 milioni e 800 mila nel Salento. Totale: circa dieci milioni di turisti in Puglia con forti incrementi in Capitanata e Salento che hanno fatto la parte del leone: Si desidera in avvenire superare tale soglia, portandola ad oltre l2 milioni di visitatori. Foggia e le sua provincia (in Puglia) ha la totalità dei posti-letto della Regione e le località balneari più gettonate -sia per il 2008 che per il 2009- sono state: Vieste, Peschici, le Isole Tremiti, Manfredonia, Mattinata, Lesina e così via, mentre quelle del turismo religioso sono state: Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo, Cagnano Varano, Vico del Gargano, ecc. ecc..
A seguire tutte le altre con aumenti superiori alle aspettative. Si spera -ha concluso l’assessore Nicola Vascello- di incrementare per il prossimo anno (2010) i flussi di italiani e stranieri con una maggiore disponibilità di posti letto negli alberghi. villaggi turistici, campeggi, case, appartamenti nonchè “bed &breakfast”. L’assessore regionale al Turismo, Magda Terrevoli , ha evidenziato dal canto suo come dopo un lungo giro per la Puglia (le splendide coste, il Gargano, il Salento, il Tarantino) si è voluta rendere conto dei flussi turistici in atto nella regione. “Debbono essere i Comuni -ha affermato l’assessore regionale- ad insistere e presentare piani organizzativi al governo regionale per poter in seguito decidere al meglio. Certo sono in atto finanziamenti “ad hoc” per la programmazione. Si aspetta (con dati statistici alla mano) di vedere bene come muoversi. Anche l’occupazione -ha concluso Magda Terrevoli- ha la sua importanza. Da essa deriva un maggior sviluppo del territorio. Si vuole anche incrementare il turismo nei periodi morti ed invernali ed il Gargano è in ‘pole position”. Concludendo: tutto bene. La stagione turistica appena conclusa è andata a gonfie vele e si spera di aumentare presenze e pernottamenti. Ed i prezzi? E’necessario soprattutto inculcare nella mente degli operatori turistici che il turista è una risorsa e non lo si può lasciar andare via o scappare. Come giustamente pongono in risalto alcuni manifesti nella sede provinciale dell’APT in via Perrone.

Franco Perdonò


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright