The news is by your side.

Nubifragio/ l’assessore regionale Fabio Amati in visita a San Marco in Lamis

14

Sopralluogo a San Marco in Lamis dell’assessore regionale alle Opere Pubbliche, Fabio Amati.

 

L’assessore ha incontrato il sindaco di San Marco in Lamis, Michelangelo Lombardi, alla presenza della giunta del comune garganico, dell’assessore provinciale Vito Guerrera e del consigliere provinciale, Michele Bonfitto.
L’assessore regionale ha voluto verificare lo stato dei luoghi colpiti dal nubifragio che si è abbattuto sulla città garganica, provocando notevoli danni e causando anche la morte di un agricoltore. Il sindaco Lombardi ha condotto l’assessore regionale per un breve tratto della strada comunale che collega San Marco in Lamis a Cagnano Varano e che attraversa il bosco Difesa San Matteo, gravemente colpito dalla violenza delle acque, cadute abbondanti nella notte tra venerdì e sabato scorso.
L’assessore Amati ha ribadito il sostegno della Giunta regionale e ha rassicurato i presenti che saranno attivate, in tempi stretti, tutte le misure per aiutare le aziende zootecniche colpite dall’alluvione e mettere in sicurezza il territorio per evitare il ripetersi di simili emergenze.
Da parte sua il sindaco ha ribadito che l’alluvione avrebbe potuto mietere più vittime e causare ulteriori danni se non si fosse intervenuto in tempo per combattere il dissesto idrogeologico con interventi mirati a garantire la sicurezza del territorio.
“Abbiamo avuto danni notevoli, ancora in corso di quantificazione, non solo nella Difesa ma anche in altre zone come il Calderoso o nella valle dello Starale, ma possiamo ritenerci fortunati perché avremmo potuto avere un bilancio più pesante sia in termini di vite umane che di danni alle attività produttive della zona”, ha ribadito Lombardi.
“L’amministrazione comunale – ha detto ancora il sindaco di San Marco in Lamis – si è attivata in tempo per trovare finanziamenti per la messa in sicurezza del territorio. Abbiamo ripulito il torrente Iana e realizzato opere di contenimento delle acque nei pressi del campo sportivo comunale, mentre grazie a un progetto da 1.800mila euro, già depositato al PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) contiamo di garantire maggiore sicurezza in un’ampia fascia del territorio sammarchese”.
La visita dell’assessore Amati avrà un seguito. Giovedì 17 settembre è previsto un incontro degli amministratori di San Marco con l’assessore Amati presso l’assessorato regionale a Bari, mentre mercoledì mattina sarà a San Marco in Lamis il prof. Antonio Rosario Di Santo, segretario generale Autorità di Bacino e responsabile del PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) della Regione Puglia.
Intanto, domani alle 17 è convocata una riunione straordinaria del Consiglio Comunale di San Marco in Lamis con all’ordine del giorno la richiesta di dichiarazione dello stato di calamità naturale.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright