The news is by your side.

Regata del Gargano 2009 rinviata cerimonia di premiazione

13

La cerimonia di premiazione dei vincitori della Regata del Gargano 2009 è stata rinviata al prossimo fine settimana, probabilmente a sabato 19 settembre.  La decisione è stata presa per il rischio che la forte perturbazione che imperversava sulla città creasse ulteriori disagi a molti equipaggi che avevano necessità di rimettersi in viaggio via terra e via mare diretti alle rispettive sedi di provenienza. La data e l’ora saranno tempestivamente comunicate ai club e ai circoli velici partecipanti. Intanto sono state 41 le imbarcazioni che si sono iscritte alla XVIII Regata del Gargano "Pizzomunno Cup" e trofeo "A: Frattarolo" di sabato 12 e domenica 13 settembre 2009. La costiera, organizzata dalla sezione di Manfredonia della LNI, è stata anticipata dalla prova su boe di 6 mm abbinata al trofeo Inside "Baia dei venti", svoltasi venerdì mattina nelle acque antistanti il porto di Manfredonia: le prime classificate nelle quattro categorie sono Rubens della LNI Trani armata da Riccardo Rosati (crociera/regata); Furia della LNI Molfetta armata da Mauro Vitulano (crociera); Folle Volo Pegasus del Cus Bari armata da Giuseppe Antonio Pastore (minialtura) e Betty Luna della LNI Foggia armata da Teseo Ranucci (diporto). La gara, ha avuto inizio dopo un paio trascorse nell’attesa che il vento, prima di maestrale e poi di tramontana, si levasse sul campo di regata. Ed è stata propria la forza del vento, con raffiche hanno raggiunto i 35 nodi, a decretare l’annullamento della seconda delle due prove in programma sancito dal comitato di regata presieduto da Giovanni Lombardi. La mattina di sabato gli equipaggi hanno spiegato le vele per compiere la prima tappa della Regata del Gargano, una traversata di 25 miglia che serve a coprire la distanza tra Manfredonia e Vieste. Qui le imbarcazioni, una dopo l’altra, hanno trovato ormeggio nel porto turistico gestito dall’ATI Cidonio-Acquatecno Roma che ha assicurato anche quest’anno una fattiva collaborazione con la sezione di Manfredonia della Lega Navale Italiana, organizzatrice dell’evento sportivo. La prima a tagliare il traguardo è stata Furia, l’Hanse 470 C della LNI Molfetta armato da Mauro Vitulano, seguita da Silvia, il carbon cube iscritto alla LNI di Manfredonia, nato nei cantieri Inside Marine di Macchia, armato da Paolo Bolici e timonato da Michelangelo del Bravo, e da Rubens, il First 34.7 della LNI Trani armato da Riccardo Rosati. Patrocinata dalla Regione Puglia, Provincia di Foggia, Comuni di Manfredonia e Vieste, la Regata del Gargano ha catalizzato anche quest’anno l’interesse di numerosi sponsor tra cui Pescanova, azienda leader nel campo della ristorazione a base di prodotti ittici; Herbalife, sponsor nutrizionale dell’evento; Arken e Musto, blasonate aziende che operano nel settore dell’abbigliamento sportivo e della nautica; Sangalli Group; Veleria Montefusco; Gruppo Salatto; EcoDinisi; Compagnia del Gargano; De Nittis forniture antinfortunistiche; Sdanga Costruzioni; Gruppo Telesforo; Ingemar; ArchLegno; Gespo; Gruppo Mare; Regio Hotel Manfredi; Centro Commerciale Leclerc; Allianz assicurazioni; Paglione calzature; Buccino Moto; casa vinicola Ferri. Domenica mattina gli yacht hanno ripreso il largo dal campo di regata allestito a Vieste per raggiungere Manfredonia. Anche la seconda tappa si è svolta all’insegna della pioggia che dalle zone interne del Promontorio hanno raggiunto il Golfo. Buone le condizioni di vento e di mare che hanno consentito agli equipaggi di cimentarsi in una regata impegnativa sotto il profilo tecnico ma anche divertente. La prima a tagliare il traguardo a Manfredonia è stata l’ultraleggera "Silvia".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright