The news is by your side.

Referendum annessione Tremiti al Molise. Calabrese: non è proprio il momento

16

Resta l’intenzione, per le istituzioni locali, di portare le Isole Diomedee sotto "l’egida" della Capitaneria di Porto di Manfredonia.

 

E per le Tremiti in conclusione giunse il referendum. La proposta del vice segretario nazionale di Alleanza di Centro, nonchè consigliere comunale di opposizione a Termoli, Alberto Montano, non ha mancato naturalmente di provocare, per restare in tema, un "mare di polemiche". Montano ha lanciato infatti la sua "provocazione" proprio nel momento in cui è in "ballo" la questione della soppressione dei collegamenti tra Termoli e l’arcipelago. Considerando che le Diomedee sono già di competenza della Capitaneria di Porto di Termoli, il consigliere comunale, contrariamente all’ipotesi di far passare le isole sotto l’egida della Capitaneria di Manfredonia, ha prospettato infatti il passaggio delle Tremiti alla provincia molisana. Questo anche in considerazione dei "consolidati rapporti turistici, e di trasporto, con il litorale locale". Solerte la reazione delle istituzioni tremitesi, rappresentati dal loro sindaco Giuseppe Calabrese, invitato da Montano a valutare l’indizione di un referendum popolare con il quale decidere se passare al Molise o restare sotto la giurisdizione pugliese. Un invito che per Calabrese non rappresenta "affatto una necessità", e che arriva soprattutto "in un momento sbagliato".  Calabrese ha anche precisato che la proposta lanciata da Montano resta soltanto "un pensiero dell’esponente politico", giunta in una fase "molto delicata", nella quale è prioritaria la questione dei collegamenti via mare tra Termoli e le Diomedee, e il rischio della loro soppressione "dal mese di gennaio". Nel proseguimento delle sue dichiarazioni, Calabrese ha anche precisato di aver ricevuto il 16 settembre una risposta dal Ministro ai Trasporti Matteoli, "per attuare un tavolo di confronto".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright