The news is by your side.

Calcio Promozione/ Polimnia – Atletico Vieste 0 – 0

18

Il Vieste questa partita l’aveva già vinta e come spesso accade cullarsi sul pronostico può provocare brutti scherzi, il calcio è bello perché c’è sempre il rovescio della medaglia e quindi questo pareggio sminuisce di molto le credenziali spavalde sul Vieste che nell’occasione ha rischiato tantissimo. Sin dalle prime battute i padroni di casa sono sembrati agguerriti, pronti ad aggredire l’avversario, pronti a mostrare i muscoli e soprattutto “cattivi” nei contrasti, il Vieste forse pensava ad una “ostilità” diversa, poi al 11’ l’arbitro ha punito col rosso l’ennesimo intervento cattivo di Zupo e lo ha mandato negli spogliatoi..forse la svolta della gara è stata proprio in quel momento quando il Vieste ha pensato più ad essere “tutelato” dall’arbitro che non a darsi una mossa, un atteggiamento remissivo e deleterio!
Il Polimnia ha giocato in maniera incessante con quella grinta, con quella cattiveria agonistica, con quella fisicità irritante e l’arbitro non poteva, né doveva sostituirsi al Vieste..completamente assente dal campo sul piano della grinta e della vigoria fisica……”pappemolli”..per usare un antipatico eufemismo!
Partita mai bella con i soliti lanci lunghi del Polimnia a scavalcare il centrocampo viestano ed il Vieste incapace ad oltranza di cavare un ragno dal buco in un centrocampo latitante ed inoperoso, che brutta partita!
Per dovere di cronaca si riportano i tabellini di una gara i cui misteri sono tutti da spiegare: al 11’ del pt la giusta espulsione di Zupo che già prima aveva commesso un fallaccio su Rocco Augelli, poi al ripetersi con un altro fallaccio su Trotta il rosso è stato inevitabile.
Animi accesi nel Polignano e animi spenti nel Vieste..si è andati così per tutto il primo tempo con un’unica azione degna di nota, al 32’ del pt Quercia tirava un calcio di punizione ma non sorprendeva il portiere Bua (unico intervento in 90’!!!
Inizio di ripresa arrembante dei padroni di casa che seppur in inferiorità numerica hanno costretto il Vieste ad arretrare nella propria metà campo, nessuna conclusione a rete, tanta pressione e tanta moina con Schirone a mietere il grano (gambe ed altro dei giocatori viestani)..arbitro naturalmente assente così come il Vieste!
Polimnia addirittura vicino al gol al 11’ con Patti che entrava in area e con un pallonetto a rallenty..scavalcava il portiere Bua, sulla traiettoria si trovava Melchionda che salvava sulla linea di porta.
Evitata la sciagura il Vieste entrava in scena solo nel finale di gara..complice il fiatone dei padroni di casa e con Trotta sfiorava addirittura il vantaggio.
Triplice fischio finale con le squadre ad interrogarsi per le rispettive prestazioni, il Polimnia contento per aver domato il Vieste..ma perché non ha giocato al calcio?..perchè ha voluto mostrare i muscoli…vero Schirone????..
Al Vieste una sola domanda…..doveva essere l’arbitro a cambiare la partita punendo gli innumerevoli falli al limite del regolamento commessi dagli avversari o dovevate essere voi giocatori del Vieste a giocare una partita mai giocata?
A questo punto non resta che invitare tutti a ridimensionare un po’ di enfasi, stare con i piedi per terra e giocare sempre anche quando gli avversari non te lo consentono…..il Vieste è molto di più di questo Polimnia ma ha rischiato di perdere.

POLIMNIA: Frappampina, Zupo, Carrieri, Gentile, Lillo, Ancona, Patti (dal 39’ st Modugno), Schirone, Quercia, Alba, Natrella. All. Mirko Muserra
ATLETICO VIESTE: Bua, Augelli Paolo, Caiafa, Melchionda, Stellato, Coda, Augelli Rocco (dal 17’ st Zoila), Gentile, Colella, Trotta (dal 30’ st Scarano. A disposizione: Barbone, Silvestri, Sollitto, Iannuzzo, Stoppiello. All. Franco Cinque
ARBITRO: Daniele De Santis di Lecce
NOTE: espulso nel pt. al 11’ Zupo
Ammoniti: Gentile, Natrella e Ancona per il Polimnia, Ducange, Colella, Melchionda, Zoila, Bua per il Vieste.

                                          Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright