The news is by your side.

Agricoltura, crisi in Puglia: ‘Non c’è più tempo, subito il piano strategico’

17

L’assessore regionale Stefano: “Danneggiata dalla pirateria agro-alimentare”.

 

Stefàno: “Dal governo centrale serve un piano strategico. Non c’è più tempo da perdere”. “Le mobilitazioni del sistema agricolo si moltiplicano, ma il governo nazionale continua a restare inerte. Eppure, non c’è più tempo da perdere”. Così l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Dario Stefàno, preoccupato per la situazione pugliese.

“Sono vicino agli agricoltori pugliesi in stato di mobilitazione – prosegue – e sono al loro fianco affinché la loro voce sia ancora più forte e giunga nei luoghi veri della decisione. Ossia Roma e Bruxelles. Una solidarietà che nasce dalla grande preoccupazione per la grave crisi che sta investendo il sistema agricolo e per gli effetti devastanti su imprese, famiglie e lavoratori.

Una crisi che ha prodotto un momento difficilissimo per la nostra agricoltura, inedito per le forme di concorrenza e complicato per le strategie da adottare in una economia globalizzata ma senza regole, in cui la pirateria agroalimentare ha provocato danni rilevanti”. “Una solidarietà che nasce, però – aggiunge – anche dalla consapevolezza che la sopravvivenza del sistema agricolo pugliese è indispensabile per la tenuta dell’intero sistema economico regionale. Per questo mi metterò a capo delle iniziative che dalla Puglia intenderanno muoversi verso Roma e Bruxelles”.

“Una solidarietà –continua – non solo ideale, ma fatta di azioni reali: nelle prossime ore, infatti, riconvocherò un tavolo con tutte le organizzazioni sindacali e di categoria per valutare insieme ogni possibile iniziativa straordinaria da sottoporre alla adozione del governo regionale, compresa la eventuale dichiarazione della stato di crisi, con l’obiettivo di intensificare la pressione rivolta al governo nazionale, che ancora non appare sufficientemente attento a dare risposte. Inoltre, sua mia iniziativa e grazie alla disponibilità del Presidente della Conferenza Stato-Regioni Vasco Errani è in programma nei prossimi giorni un incontro con il sottosegretario Gianni Letta ed il governo nazionale”.

“Questo perché – sottolinea Stefàno – la Puglia vuole essere – ed è – in prima fila per difendere la dignità del proprio sistema agricolo, anche attraverso azioni politiche capaci di mobilitare l’intero sistema delle Regioni nei luoghi delle decisioni, con l’obiettivo di ottenere dal governo nazionale quello che da soli non possiamo fare”. “È una battaglia, questa, – aggiunge – che già da tempo stiamo conducendo verso il ministro Zaia ed il governo centrale affinché si dia soluzione con estrema urgenza ad alcune priorità, che non sono più procrastinabili.

Le primissime: la moratoria per i pagamenti Inps e per le azioni esecutive in danno delle aziende agricole, propedeutiche ad una riforma del sistema; il finanziamento del Fondo di solidarietà necessario a dare risposta ai danni provocati dalle calamità e le misure di sostegno all’accesso al credito ed al consolidamento delle passività a breve”.

“Una battaglia – conclude – che mi vedrà personalmente impegnato affinché già nella prossima Finanziaria ci siano segnali di attenzione concreta verso la soluzione delle problematiche che stiamo vivendo. È necessario che il governo centrale, così come hanno fatto altri governi europei, predisponga un piano straordinario che recuperi centralità al tema dell’agricoltura”.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright