The news is by your side.

Vieste/ – Diritto allo studio pronto il Piano

19

Sarà portato alla discussione del prossimo Consiglio comunale, che dovrebbe tenersi a fine mese, il piano per il diritto allo studio per l’anno 2010, predisposto dall’Amministrazione municipale, anche ai fini dell’ottenimento dei relativi contributi regionali. Basandosi essenzialmente sulla popolazione scolastica, il piano prevede una spesa complessiva di 693 mila euro, di cui 240 mila per il servizio mensa, 105 mila per il servizio trasporto, 4 mila 500 per le scuole materne paritarie e 344 mila per altri interventi. Riguardo la popolazione scolastica, il piano suddivide il numero dei plessi con gli alunni frequentanti. Risulta, pertanto, che la scuola dell’infanzia statale è costituita da tre plessi, per complessive 16 sezioni ed un totale di 373 alunni, mentre quella privata, da un plesso, con due sezioni e 30 alunni. La scuola primaria, invece, è costituita da tre plessi, per 31 classi e 711 alunni, mentre la secondaria di primo grado è composta da due plessi, con 23 classi e 548 alunni di cui 157 impegnati nel tempo prolungato. La secondaria di secondo grado, infine, è costituita da quattro plessi, 70 classi e mille  352 studenti. In quest’ultimo caso, si tratta della media più alta di tutta la provincia, in rapporto al numero della popolazione residente, poiché nel novero è compresa l’utenza, molto rilevante, costituita dagli studenti dell’istituto alberghiero <Mattei>, provenienti da gran parte della Capitanata ed oltre.
Il servizio scolastico più costoso, è senz’altro quello inerente la mensa. Fruito da 300 alunni, per 160 giorni l’anno, il servizio è in appalto a terzi e la spesa pranzo media giornaliera pro capite ammonta a tre euro, con contribuzione della famiglia, in base al reddito, che va da un minimo di due euro e 60 centesimi ad un massimo di tre euro a pasto. Spesa complessiva 240 mila euro.
Altro servizio particolarmente oneroso, con spesa ammontante a 105 mila euro, è quello concernente il trasporto, con l’utilizzo di due scuolabus e altrettanti autobus, per un totale di 240 alunni distribuiti in quindici tra frazioni e borgate, oltre che in case sparse nell’agro comunale.
Ulteriori interventi attuati e previsti nel piano, si riferiscono ad impegni assunti dal Comune riguardo i convittori e semiconvittori dell’alberghiero (in totale 162), per i quali è prevista una spesa di 247 mila euro. Altri 19 mila euro si riferiscono all’acquisto di materiale didattico ad uso collettivo, di libri trascritti in braille per alunni non vedenti e per alunni bisognosi. Una consistente fetta dell’impegno economico per la scuola, per complessivi 43 mila euro, è riferita, infine, ad azioni di profilassi ed iniziative intese ad eliminare cause di devianza e di disadattamento sociale, alla prevenzione della diffusione di droga e a rimuovere le cause della delinquenza minorile connesse alla mancata fruizione del diritto allo studio.
Il piano, così come redatto dal Comune, sarà inviato alla Regione per la richiesta di finanziamento.

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright