The news is by your side.

Dalla Giunta regionale 16 milioni di € per 10 interventi a tutela del territorio

14

Piano per ridurre il rischio idrogeologico. Sedici milioni di euro per dieci interventi a tutela del suolo in tutta la regione. E’ il finanziamento deciso dalla Giunta pugliese riunita in seduta straordinaria per ovviare al precedente trasferimento dei fondi ad altri progetti.

I lavori serviranno per il consolidamento e la messa in sicurezza dei tratti di costa interessata da dissesti in località “Monte Pucci e Postiglione” in San Menaio, nel Comune di Vico del Gargano, per opere di difesa e di mitigazione del rischio a Mattinata, per il consolidamento statico degli speroni rocciosi in fregio al mare a Polignano a Mare, per il consolidamento del costone roccioso nel Comune di Santa Cesarea Terme, per ridurre il rischio idraulico a Foggia, per lavori di mitigazione dell’alveo del canale di Valenzano, per opere di difesa costiera e mitigazione del rischio nel Comune di Mattinata, per lavori di difesa del litorale di Margherita di Savoia, per il consolidamento statico degli speroni rocciosi in fregio al mare a Polignano a Mare e per la salvaguardia della torre costiera di torre dell’Ovo a Maruggio.

Alcuni dei lavori riguardano un fenomeno ultimamente passato alla cronaca per i disastri nel messinese ed ad Ischia: il dissesto idrogeologico. A causa di piogge abbondanti ed abusivismo edilizio, frane e smottamenti hanno in totale causato trentasei morti.

Nella relazione ai colleghi, l’assessore alle Opere pubbliche Fabiano Amati ha ricordato che, dopo l’avvenuto aggiornamento dello stato di avanzamento dei programmi di intervento previsti da due Atti Integrativi all’Accordo di Programma Quadro Difesa del Suolo (sottoscritti nel 2007 tra Ministero dell’Economia, Ministero dell’Ambiente e Regione Puglia), il responsabile dell’Accordo ha proposto a settembre scorso la rimodulazione delle risorse valutate non aggiudicabili al 31/12/2009.

E’ stata avviata così la riprogrammazione delle risorse liberate in favore di nuovi interventi che saranno ultimati entro il 30 giugno 2010. In particolare, in sostituzione dei lavori previsti dal II Atto Integrativo ne è stato previsto un altro destinato al Comune di Lucera per la messa in sicurezza versante nord – zona ospedale e, in sostituzione degli interventi del III Atto Integrativo, sono stati inseriti il ripristino della funzionalità idraulica nel territorio di Grottaglie Monteiasi, il completamento dei lavori di consolidamento della zona Prov.le-Villa C.le e Pietramontecorvino per progettare il miglioramento di rete scolante, funzionalità e rinaturalizzazione delle sponde del canale Torrente “Triolo-Capacchione” a Faeto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright