The news is by your side.

Comunità Montana del Gargano : CHI RIPAGHERA’ PINTO E MARATEA?

28

Dopo due anni di veleni e di inchieste sul presidente della Comunità Montana del Gargano Nicola Pinto e sul suo assessore Giuseppe Maratea, tutto finisce in una grande e fragilissima bolla di sapone. Pinto e Maratea non hanno mai preso tangenti per gli appalti della rete wi-fi del Gargano (per giunta mai partita ed è su ciò che si dovrebbe puntare le attenzioni degli investigatori). A confermarlo i giudici di primo grano nel processo concluso qualche giorno fa e avviato a seguito di una dettagliata, quanto infondata, denuncia anonima. Dopo due anni di insulti, sospetti, additamenti, sequestri e restrizioni cautelari Pinto e Maratea sono ora stati dichiarati innocenti e completamente estranei ai fatti. Felici e contenti, quindi, per essere venuti fuori a testa alta da una situazione al limite della sopportabilità, ma lesi nel profondo del loro cuore e della dignità di uomini pensanti e agenti. Chi li ripagherà per il danno subito? Chi li restituirà due anni di puro inferno personale, familiare e mediatico? E soprattutto chi, se esiste un qui, è riuscito a mettere in piedi questa enorme macchinazione? "Cerco solo giustizia non vendetta – ha dichiarato Pinto- sono stato sempre fiducioso nell’operato della magistratura". Pinto, a quanto si è appreso in una delle ultime sedute dell’Ente Montano ha presentato un esposto firmato alla Guardia di Finanza, dove chiede di capire chi e quando si è spostato con l’auto di servizio della Comunità per incontrare pare l’imprenditore che accusava i due uomini politici garganici di aver preteso ed intascato tangenti (accusa smontata dagli stessi giudici). Questa è una verità che a questo punto vuole conoscere l’intero Promontorio, stanco dei veleni della politica e della burocrazia. E soprattutto perchè la rete internet senza fili non è mai partita nonostante centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici spesi per quel progetto?

Angelo Del Vecchio


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright