The news is by your side.

Crisi agricola: non si ferma la protesta

23

E’ partita da Foggia e a macchia d’olio si è diffusa fino al nord barese. Migliaia di agricoltori fanno fronte comune contro una Politica che prende ancora tempo. Tempo per portare alla discussione in Consiglio dei Ministri, il piano straordinario di interventi in favore di un comparto oramai sull’orlo del collasso. Ma quella agricola è una crisi che è maturata nel corso degli anni, non una questione degli ultimi tempi. Un problema annoso come annoso è stato il silenzio da parte delle Istituzioni. Ora il Governo promette interventi, ma la fiducia degli agricoltori negli anni è venuta meno e alle promesse non credono più. Per questo nell’attesa di conoscere l’esito della discussioni in Consiglio dei Ministri le proteste continuano. Continuano le manifestazioni, allo scopo di mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sulle legittime istanze del comparto. Sono tanti anche questa mattina, gli agricoltori che da Cerignola, con un corteo di trattori, viaggiano sulla statale 16 in direzione Foggia, mentre nei prossimi giorni sono in programma altre iniziative ancora più significative. Tutte azioni comprensibili e condivise dalle associazioni del settore, compresa l’UGL Coltivatori, che però invita alla calma, in attesa di conoscere le risposte che giungeranno da Roma.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright