The news is by your side.

Calcio Allievi regionali/ Nuova Gioventù Vieste – Audace Cerignola 1–3

16

Una Nuova Gioventù presuntuosa ed inconcludente cede l’intera posta in palio all’Audace Cerignola. La squadra ospite, conferma il suo periodo positivo infliggendo la prima sconfitta stagionale tra le mura amiche alla Nuova Gioventù.

Una vittoria che assume maggior valore se si pensa che nelle quattro gare casalinghe precedenti i padroni di casa avevano sempre vinto. Tre punti più che meritati e costruiti con una partita molto aggressiva e ripartente ficcanti che hanno fruttato le tre reti. A decidere il match, a favore degli ospiti, è una doppietta del ‘bomber’ Misino e uno del giovane Monopoli. Eppure la partita non era iniziata male per la truppa garganica, ben disposta in campo e più manovriera nella fase di avvio. La prima distrazione è però fatale. Al 10’, su veloce azione di rimessa degli ospiti, con la difesa locale in evidente affanno, Misino si presenta solo davanti a Grima, con la palla che entra in rete complice una deviazione ininfluente di delli Santi. Mentre la Nuova Gioventù non riesce proprio a rendersi pericolosa, la squadra ospite fa bingo in contropiede. Troiano stende Paparella in piena area, per l’arbitro non ci sono dubbi e concede il rigore. Dal dischetto il centravanti Monopoli, con un destro potente e preciso infila Grima. La gara, in sostanza, anche per il punteggio subito cambiato, la  dovrebbero fare Impagnatiello e compagni,ma questo non avviene, dall’altra parte l’Audace Cerignola si limita a difendere ed a ripartire in contropiede contando molto sulle doti della sua ‘bocca da fuoco’ Misino. Rari, comunque, i pericoli in area ospite: la coppia d’attacco Sicuro-De Vita non incide e le uniche soluzioni restano quelle dalla distanza come nei casi di Vescera e di Impagnatiello, ma in entrambe le soluzioni la mira è alta. La ripresa, poi, si apre con una nuova ‘doccia fredda’ per la squadra di Palatella. Al 2’, Di Mauro sbuccia la sfera in fase di disimpegno facendola giungere sui piedi di Conte, abile a rimetterla a centro area per il colpo di testa in solitudine di Misino che coglie il bersaglio. Incanalatasi su binari decisamente avversi, la Nuova Gioventù, tenta di rimediare, ma senza costrutto. Palatella, inserisce Lopriore ed è lui, in due circostanze, al 16’ ed al 25’, ad impegnare Sgarro. Ultimo sussulto per la squadra locale al 27′, quando Vescera accorcia le distanze fissando il risultato finale sul tre a uno. Dopo una lunga permanenza negli spogliatoi, l’allenatore della Nuova Gioventù commenta la prima sconfitta stagionale della propria squadra fra le mura amiche: «Non è la sconfitta a bruciare—afferma—ma la giornata storta della squadra. E’ stata una partita difficile, che abbiamo cercato di interpretare nel primo tempo in un modo tattico diverso, che non ci ha premiato, anzi ci ha messo in difficoltà. L’aver subìto il gol dopo pochi minuti ci ha complicato le cose. Il Cerignola è una squadra che concede poco e, passata in vantaggio, ha chiuso bene tutti gli spazi rendendoci difficile ogni soluzione offensiva. Nella ripresa—prosegue il tecnico viestano le cose sono andate un po’ meglio. Sul fronte opposto, è d’accordo Ladogana. Dice infatti: “Abbiamo ripreso quei punti che certe volte il campo ci aveva sottratto”.

Le Pagelle

Grima 6-Incolpevole sui gol,assolutamente imparabili, ne salva almeno un paio, confermando le sue qualità di portiere sveglio e reattivo. Gatto selvatico

Ruggieri 5,5 Mesto e incerto, non combina mai la frittata ma non
ne cucina mai una che tolga la fame. Apprendista

Troiano 5  Ha giocato in una posizione non sua. Ha più la mentalità del fantasista che la calamita del difensore. Spaesato

Palumbo 6- Qualcuno dice che rallenta il gioco, a noi invece non sembra uno dei più lenti. Gli avversari lo raddoppiano, triplicano, ma lui cerca sempre di  far girare la squadra. Combattente

delli Santi 5,5 Prestazione «macchiata» dall’errore nell’azione del primo gol quando esce precipitosamente dalla sua zona per andare a raddoppiare.
Peccato

Impagnatiello 5 Salva la baracca in alcune occasioni, ma un giocatore della sua esperienza non deve commettere falli inutili in tutte le zone del campo che gli possono costare cartellini e non solo. Nervoso

Vescera 5,5  Ha il colpo in canna ma raramente gli viene caricato il fucile. Nell’unica occasione realizza la rete della bandiera.
Vetrano 5 Spesso si incarta da solo, marcarlo non è un grande problema, ci pensa lui stesso. Poco concentrato

Sicuro 5,5 Leziosetto e ingenuo ma ci sa fare, almeno ha una
spregiudicatezza che in questa squadra è merce rara. Insieme a Vescera
può dare la scossa, sempre che i compagni attacchino la corrente elettrica. Black-out

De Vita 5  Gira come una trottola, senza senso. E gioca all’autoscontro
con Sicuro. Frastornato

Scala 5 In stato confusionale corre senza costrutto e sbaglia tutti gli appoggi, anche i più semplici. Evanescente

Di Mauro 5 gioca quasi un tempo una gara senza lodi e senza infamia.

Scirocco s.v.

Lopriore M s.v.

Lopriore D. s.v.

Basso s.v.

Rinaldi s.v.

Nuova Gioventù:

Grima, Ruggieri(dal 75’Rinaldi), Troiano(dal 41’Di Mauro), Palumbo(dal 70 Lopriore M.), Delli Santi, Impagnatiello, Vescera(dal 73’Basso), Vetrano(dal60′ Scirocco), Sicuro, DeVita, Scala(dal78′ Lopriore D.)a disp.Di Vieste

all. Teodoto Palatella

Reti: al 10′ e al 42’Misino al 40′ Monopoli al 67′ Vescera


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright