The news is by your side.

Precipita un aereo : e’ solo un’esercitazione della Guardia Costiera

57

La Sala Operativa della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Bari, ha coordinato un’esercitazione complessa di soccorso ad aeromobile incidentato in mare nelle acque antistanti il porto di Bari che avuto lo scopo di verificare le capacità di intervento e i tempi di reazione dell’Organizzazione preposta a questo tipo di emergenze con l’obiettivo primario della salvaguardia della vita umana, che nel caso specifico si è tradotta nella ricerca dell’aereo caduto in mare, nella successiva evacuazione dei passeggeri ed il conseguente trasferimento dei feriti nel comprensorio della Guardia Costiera di S. Cataldo dove ad attenderli erano presenti le ambulanze del 118. Alla fase operativa hanno partecipato uomini e mezzi navali ed aerei della Guardia Costiera, dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, del 118, della Croce Rossa Italiana, mentre nel complesso le operazioni hanno interessato le Autorità aeronautiche locali, la Prefettura e la Protezione Civile degli Enti locali territoriali per l’eventuale coinvolgimento delle strutture a terra. Lo scenario ipotizzato è stato quello del mancato arrivo all’aeroporto di Bari – Palese, aeroporto costiero,  di un aereo in transito che ha richiesto di effettuare un atterraggio di emergenza per fumo in cabina. La Torre di controllo aveva, infatti, segnalato alla Capitaneria di Porto il traffico in emergenza e la successiva perdita del contatto con il velivolo. A questo punto sono state attivate dalla sala operativa della Guardia Costiera tutte le procedure previste dai piani di emergenza in vigore atteso che, come previsto dal Decreto Legislativo 9 maggio 2005, n. 96, è l’Autorità Marittima l’organismo preposto al soccorso marittimo anche in caso di incidenti aeronautici in mare.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright