The news is by your side.

Lesina, Legambiente consegna dossier a Napolitano sulla Eden V

21

E’ sempre al centro della cronaca il caso della Eden V, arenatasi da più di 20 anni sulle coste lesinesi. Legambiente ha consegnato nelle mani di Alberto Ruffo, Consigliere di Stato della Presidenza della Repubblica, un dossier sulle navi a perdere.  Una documentazione completa sulla vicenda delle navi dei veleni e i traffici illeciti di rifiuti tossici e pericolosi che negli ultimi anni hanno avvelenato gran parte del Belpaese. Il dossier è stato consegnato da una delegazione di Legambiente al responsabile per gli Affari Interni e rapporti con le Autonomie della Presidenza della Repubblica. “La grande attenzione dimostrata dalle più alte cariche dello Stato per il tema dei traffici illeciti dei rifiuti e degli affondamenti sospetti nel Mediterraneo, ci fa ben sperare rispetto alle richieste fatte al Governo dalla nostra Associazione, per venire a capo in tempi ragionevolmente brevi delle vicende inquietanti sulla gestione illegale dei rifiuti che hanno caratterizzato la storia degli ultimi venti anni e continuano oggi a costituire un pericolo per la salute dei cittadini e dell’ambiente”.
All’incontro presso la Presidenza della Repubblica hanno preso parte Sebastiano Venneri, il vicepresidente nazionale di Legambiente, Antonino Morabito presidente Legambiente Calabria e Nuccio Barillà del direttivo nazionale dell’Associazione, insieme al direttore del Quotidiano della Calabria Matteo Cosenza.
Legambiente è stata udita, per la seconda volta, dalla Commissione Parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite nel ciclo dei rifiuti. Nel ribadire la sua richiesta – già avanzata in occasione della prima convocazione del 20 ottobre scorso – di effettuare un’indagine conoscitiva sul numero e sulle modalità operative dei centri di stoccaggio di rifiuti speciali di tutta Italia, l’Associazione ha sottolineato la necessità di predisporre un monitoraggio in alcune aree del territorio calabrese, al centro di denunce per tombamento e smaltimento illecito di rifiuti tossici o radioattivi. L’associazione ha fornito anche alcune segnalazione di pescatori relative a possibili presenze di relitti sospetti in alcuni tratti dell’alto Tirreno cosentino e consegnato alla Commissione copia dell’esposto presentato alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria relativo alla motonave Rigel nel quadro della recente riapertura delle indagini. Legambiente ha inoltre ricordato all’attenzione dei parlamentari il caso della nave Eden V, spiaggiatasi a dicembre del 1988 a Marina di Lesina e mai rimossa. Sulla vicenda, l’Associazione ha consegnato un esposto alla Procura della Repubblica di Foggia per chiedere un approfondimento delle indagini, alla luce delle novità contenute in un recente servizio di Rai News24. “Le informazioni portate in Commissione – commenta Sebastiano Venneri, vice presidente di Legambiente – confermano gli elementi di concretezza attorno alla vicenda delle navi dei veleni e, di conseguenza, la necessità di approfondire ulteriormente le indagini, non solo sul fronte calabrese ma nelle diverse aree sospette del Paese”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright