The news is by your side.

Vieste/ Hotel Pizzomunno, dopo l’abbandono della Valtur si rischia l’inattivita’? (2)

19

Il Pizzomunno è caduto in ambiguo limbo. proprio in questi gioni la prestigiosa struttura alberghiera viestana è al centro di pettegolezzi del paese. Alcuni sostengono addirittura che la prossima stagione sarebbe a rischio a causa della mancanza di un soggetto gestore. Rumors vorrebbero due distinte cordate locali interessate all’operazione.  Interpellato a tal proposito dai colleghi de l’Attacco, l’ex sindaco di Vieste Mimì Spina Diana ha detto: ‘Il fallimento del Pizzomunno?Credo che siano solo voci, anche perché un mesetto fa, mi è stato presentato il nuovo direttore del Pizzomunno, un ragazzo giovane e in gamba che non mi ha parlato di rischio chiusura, anzi stava lavorando ad un piano di rilancio dell’attività-prosegue -. Tra l’altro, da ciò che so,la struttura non è neanche in vendita. In paese girano molti pettegolezzi, che al momento non credo siano plausibili. In primis, Franco Notarangelo, essendo costruttore è interessato solo all’area vacante adiacente al Pizzomunno, perché lì potrebbe edificare; inoltre, Mario Turi, al massimo sarebbe interessato ad una gestione della struttura (è uno dei migliori operatori garganici) e non a rilevarla al 100%. Ma, al di là di questo totoscommesse, ciò che deve interessare davvero Vieste e il Gargano tutto, è preservare e rilanciare il Pizzomunno, vero strumento per diversificare e destagionalizzare, in quanto esso è stato per anni un riferimento per il turismo congressuale. Peccato che il progetto di un grande centro congressi, tra l’altro già approvato dal Comune, sia rimasto nei cassetti di Di Marca, sarebbe stato davvero un polo d’eccellenza internazionale”. Per Spina Diana, è proprio questa la chiave di lettura del futuro turistico di Vieste. “Riportiamo in auge il turismo di lusso. Infatti, il Pizzomunno non deve temere la concorrenza dei 5 nuovi alberghi (e viceversa). Il primo deve puntare decisamente sul segmento congressuale, mentre le nuove attività extra lusso, si specializzeranno nel segmento del benessere (beauty farm e spa). Ci sono grosse ed appetitose fette di mercato da sviluppare in questo ambito”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright