The news is by your side.

Albo Pretorio solo on line, dal 2010 il Comune dovra’ adeguarsi

20

Delibere e atti dal 1º gennaio 2010 non dovranno essere più affisse all’albo pretorio ma inserite sul web.

 

Un’importante novità arriverà con il nuovo anno per quanto riguarda la comunicazione degli Enti pubblici, che riguarderà, ad esempio, il Comune di Vieste. La legge n. 69 del 18 giugno 2009, perseguendo l’obiettivo di modernizzare l’azione amministrativa mediante il ricorso agli strumenti ed alla comunicazione informatica,  riconosce l’effetto di pubblicità legale solamente agli atti e ai provvedimenti amministrativi pubblicati dagli Enti Pubblici sui propri siti informatici. Nello specifico [art.32, comma 1] la normativa sancisce che «a far data dal 1 gennaio 2010 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati». Inoltre, nel seguito [successivo comma 5 dello stesso art.32], si precisa che «a decorrere dal 1 gennaio 2010 le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale». Il passare da un obbligo pubblicitario mediante affissione degli atti presso un luogo fisico, l’albo pretorio, ad una pubblicazione su uno spazio virtuale quale quello del sito web dell’amministrazione, oltre a perseguire la modernizzazione Pubblica Amministrazione vuole intraprendere un diverso canale di comunicazione e interazione con tutti i cittadini. Con la pubblicazione di tutti gli atti sul sito internet i cittadini con un semplice clic potranno scaricare i documenti sul proprio computer, senza alcun vincolo di orario e senza nessuna autorizzazione necessaria.
Il Comune di Vieste sarà pronto nell’adeguarsi ad una novità davvero importante per migliorare la pubblicità degli atti amministrativi?


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright