The news is by your side.

Carpino/ Revocata la delega all’assessore Corleone

22

Il sindaco manzo lo rispedisce tra i banchi del consiglio. Trombetta al suo posto.

 

Piccolo scossone in seno all’amministrazione comunale di Carpino, una coalizione di centrodestra sostenuta da Pdl e “Puglia prima di tutto”, al giro di boa del terzo anno di legislatura. Una revoca e una nuova nomina, a poco meno di tre anni dal suo insediamento, il sindaco, Rocco Manzo, ha rimandato sui banchi del consiglio l’ex assessore Francesco Paolo Corleone (revocata la delega assessorile), spiegando che si tratta di un normale avvicendamento. Al suo posto, l’attuale presidente del consiglio, Nicola Maria Trombetta, ex sindaco nelle due precedenti legislature; Trombetta è anche il rappresentante del Comune in seno alla Comunità montana del Gargano.
Ma che ci sia un certo malessere non lo si può neppure escludere, se è vero che qualche settimana fa l’assessore Michele Calvano aveva rimesso la delega, non spiegando però il motivo della sua decisione, al quale, però, il sindaco ha confermato la sua fiducia, restituendogli la delega.
Soltanto un “incidente di percorso”, dunque che, evidentemente, anche alla luce delle nuove deleghe, è stato riportato sui binari della collaborazione piena, e, di conseguenza, l’esecutivo dovrebbe uscire rafforzato ‘grazie, appunto, ad una sua ritrovata compattezza.
Non manca, comunque, chi soffia sul fuoco del sospetto lasciando aperta la porta a possibili fibrillazioni per il momento soltanto sopite in una maggioranza che farebbe, per una parte dell’opinione pubblica, fatica a mantenere fede al suo programma amministrativo, tant’è che i risultati di circa tre anni di mandato elettorale sarebbero tutt’altro che positivi, anzi, per certi versi addirittura più che deludenti. Ora si pone il problema della nomina del nuovo presidente della massima assise cittadina al posto del neo assessore Nicola Maria Trombetta; ma anche coprire finalmente il posto da sempre vacante della vice presidenza dello stesso organo, che, a meno di colpi di scena dell’ultimo momento, dovrebbe essere assegnato ad un componente delle minoranze, da indicare tra i quattro consiglieri dell’Udc, oppure dell’unico rappresentante del partito democratico. Il nuovo esecutivo: Giuseppe Gentile (Vice sindaco e delega al personale), Rocco Ruo (Cultura, spettacoli, contenzioso, servizi sociali, urbanistica, gestione del territorio), Mario Fortore (Viabilità rurale), Antonio Basanisi(Ambiente, parchi e verde pubblico, servizi cimiteriali), Michele Calvano (Protezione civile, polizia municipale, sicurezza), Nicola Maria Trombetta (Lavori pubblici, politiche comunitarie e agricoltura).
Francesco Mastropaolo
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright