The news is by your side.

Regionali pugliesi, Tatarella: ‘Commedia di fine ‘800 degna della penna di Scarpetta’

15

L’eurodeputato del Pdl: “Incapacità di elaborazione politica”.

 

Dopo l’annullamento, ieri, dell’assemblea regionale del Pd, in cui si sarebbe dovuto decidere il nome del candidato alle regionali 2010 in Puglia del centrosinistra, numerosi i commenti del mondo politico.

TATARELLA, europarlamentare pugliese Pdl – I ripetuti rovesciamenti di fronte, le solenni promesse pronunciate e poi smentite fanno di questa vicenda una pochade (commedia) di fine ‘800, degna della penna di un Feydeau o di uno Scarpetta.

STORACE, segretario de La Destra – L’annullamento dell’assemblea del Pd pugliese era prevedibile. Basta leggere facebook. VITA, senatore Pd – E’ essenziale mantenere un solido filo di unità della e nella coalizione, abbandonando scelte burocratiche, personalismi, scarso coinvolgimento degli iscritti.

D’AMBROSIO LETTIERI, senatore Pdl – Uno spettacolo indecente. La sinistra alle prese con la missione impossibile dell’unità interna continua a trasformare la politica in un penoso teatrino di contraddizioni, personalismi e lotte fratricide in cui non c’è spazio per programmi e bilanci di fine legislatura.

RUOCCO, capogruppo consiliare An-Pdl alla Regione Puglia – Emiliano sta tradendo tutti i giuramenti che aveva fatto, da quello con il popolo barese che sta abbandonando al suo destino a pochi mesi dalla rielezione per rincorrere le proprie sterminate ambizioni.

SCALFAROTTO, vicepresidente Pd – Il Pd è in una situazione che pare la legge di Murphy applicata alla politica: tutto quello che poteva andar storto è andato storto. Se vogliamo tornare a comprendere i territori dovremmo utilizzare le primarie. PD, sezione di Terlizzi (Ba) – Il Pd di Terlizzi esprime il suo sconcerto rispetto alle scelte della segreteria regionale che ha proposto Emiliano candidato alle regionali e sostiene la ricandidatura di Vendola per il nuovo volto alla Puglia.

VITALI, deputato Pdl – I responsabili dell’assedio partitico del Pd sono Emiliano, che cerca di imporre una candidatura in maniera autoritaria e D’Alema. Chi mai si fiderebbe di persone come queste?

CESARIA, segretario regionale Rifondazione Comunista – La posta in gioco che sta dietro questa insopportabile altalena di cadidature annunciate e smentite è l’ennesima dimostrazione delle contraddizoone che vive il Pd. Oggi è necessario dire parole chiare sui programmi.

ZAZZERA, coordinatore regionale Idv – La Puglia sta diventando ostaggio di un manipolo di democratici a chiacchiere. Esprimiamo solidarietà al segretario regionale del Pd, Blasi, al quale è stato impedirto di svolgere le funzioni per cui è stato eletto con le primarie.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright