The news is by your side.

Vademecum anti-truffa della terza età

20

L’iniziativa è della BCC (Credito Cooperativo S. Giovanni Rotondo) e della Polizia di Foggia.

 

Un manuale per difendersi dalla truffe. Distribuito in tutte le filiali della BCC e in tutti i luoghi di maggiore ritrovo per anziani di Foggia. Un piccolo manuale per difendersi dai “signori delle truffe”. L’obiettivo è quello di fornire ai tanti pensionati un piccolo vademecum che sappia proteggerli dai numerosi tentativi di truffa e raggiro di cui ogni anno i pensionati italiani sono potenziali vittime. E infatti fondamentale che gli anziani non si chiudano in casa per paura del mondo esterno. L’importante è sapere come difendersi dagli eventuali “pericoli”. La guida è suddivisa per temi e insegna a difendersi da furti e truffe,false promesse di vincite facili, sconosciuti alla porta, acquisti di prodotti falsi, investimenti economici, telemarketing e televendite. L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa, svoltasi presso la Questura di Foggia, a cui ha partecipato il Presidente della BCC, Matteo Biancofiore e il direttore Generale Vincenzo Patruno.

Le 10 regole antitruffa
1. Usa le carte. Porta con te solo piccole somme di denaro e usa di più le carte di pagamento (Bancomat o di credito): sono sicure e facili da usare. Se le smarrisci o te le rubano, puoi bloccarle con una semplice telefonata.
2. Internet è facile. Con l’internet banking puoi effettuare molte operazioni comodamente da casa.
3. Meno contante. Se possibile, evita di fare più prelievi lo stesso giorno e
alla stessa ora Magari chiedi a una persona fidata di accompagnarti
in banca, soprattutto se vuoi prelevare somme ingenti. Allo stesso modo, per i versamenti.
4. Guardati attorno. Presta attenzione a ciò che avviene mentre sei in coda
allo sportello, i truffatori operano soprattutto quando le vittime non usano precauzioni o sono distratte.
5. Fraziona i contanti. Se ricevi una somma di denaro consistente non metterla in tasca o nel portafogli davanti a tutti. Spostati in una zona più discreta, magari chiedendo aiuto al cassiere e qui sistema i contanti. Fraziona il denaro prelevato riponendolo in più posti, preferibilmente in tasche munite di cerniera.
6. Evita la folla. Presta attenzione a ciò che succede intorno a te ed evita le strade isolate. Fai attenzione anche alla calca e ai posti troppo affollati che rappresentano luoghi ideali per approfittare della confusione e compiere il misfatto senza farsi notare.
7. Attento ai borseggiatori. Per ridurre il pericolo di scippi, è buona norma tenere la borsa sotto il braccio, dalla parte del muro, possibilmente con l’apertura verso il corpo e fare attenzione quando si attraversa. In caso di scippo o l’aggressione chiama subito i numeri di soccorso.
8. Non lasciarti distrarre. I borseggiatori cercano di distrarre le vittime con vari espedienti. Ad esempio, possono tentare di convincerle a sfilare la giacca, magari sporcandola e proponendosi di pulirla. Non lasciarti distrarre.
9. Riconosci i truffatori. In strada potresti essere avvicinato con una scusa da falsi funzionari. Non fidarti. Chiedi sempre al tuo interlocutore di identificarsi con un tesserino di riconoscimento.
10. Quando sei in macchina. Se utilizzi l’automobile non lasciare il contante in borse incustodite appoggiate sui sedili. Portalo sempre con te e ricorda di chiudere le sicure dell’auto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright