The news is by your side.

Verso le Regionali 2010/ Lunedì tutti da Bersani

16

La querelle Vendola-Emiliano, che si contendono lo scettro di candidato del centrosinistra alla Regione Puglia, si sposta a Roma. Mentre il sindaco levantino, con una lettera al segretario Pd Sergio Blasi, ha annunciato di volersi ritirare dalla sfida delle primarie, lunedì il «caso-Puglia» sarà esaminato in una riunione tra lo stesso Blasi e il segretario del Pd Pierluigi Bersani. Da giorni Emiliano chiedeva di approvare una legge che eliminasse l’obbligo di dimettersi da sindaco in caso di candidatura regionale. La discussione per la modifica è già fissata in consiglio regionale per il 19 gennaio. Vendola indicava come data delle primarie il 17, Emiliano proponeva di posporre al 24, per essere certo del varo della norma che trasforma l’ineleggibilità in incompatibilità. Ma sulla modifica ad personam è arrivato prima il no secco dei vertici del Pd. Se tramonta la modifica alla legge per il sindaco di Bari, si ingarbuglia il quadro dell’alleanza che il Partito Democratico sta cercando con Udc e Idv, dopo i veti posti sulla ricandidatura di Vendola. Non è escluso che le preferenze possano convergere su Francesco Boccia, già sconfitto alle primarie del 2005. Quel che è certo, e va sottolineato, è che tra i papabili candidati, ancora una volta non sia stato annoverato nessuno che possa rappresentare Foggia e provincia, visto che Emiliano è barese, Vendola è di Terlizzi, sempre in provincia di Bari e Boccia è di Bisceglie, comune della Bat.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright