The news is by your side.

DOMANI AL VIA IL PROGETTO “LE TARANTELLE DEL GARGANO”

15

Sarà inaugurata domani, martedì 5 gennaio, presso la Sala del Tribunale di Palazzo Dogana alle ore 18.00, la mostra intitolata ‘La chitarra battente nella tradizione del Gargano’ organizzata dal Club Unesco Foggia in collaborazione con la Provincia di Foggia. La mostra sarà visitabile fino al 9 gennaio dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

 

Sempre domani 5 gennaio, alle ore 20.30 presso il Teatro del Fuoco, andrà in scena lo spettacolo musicale ‘Tarantelle che passione’. Le manifestazioni rientrano nell’ambito del progetto del Club Unesco Foggia per la proposta di candidatura delle ‘Tarantelle del Gargano’ quale Bene Immateriale Patrimonio dell’Umanità.
“La cultura del passato è un prezioso strumento di costruzione del futuro – spiega l’assessore provinciale alla Cultura e vicepresidente della Provincia di Foggia Billa Consiglio. – Lo straordinario unicum, l’intreccio tra la cultura del passato materiale e immateriale, scandisce l’identità della Capitanata, la sua specificità. Valorizzare l’identità, le peculiarità e le risorse territoriali della Capitanata è uno degli obiettivi programmatici più qualificanti della nostra Amministrazione che ha aderito con entusiasmo al progetto del Club Unesco Foggia che si prefigge di candidare le tarantelle del Gargano quale bene immateriale Patrimonio dell’Umanità. Le Tarantelle del Gargano sono l’espressione più genuina e diretta della nostra identità e con la manifestazione di domani (5 gennaio, ndr) prende il via la fase attuativa di questo ambizioso progetto che non si limiterà solo alla raccolta dei dati e delle informazioni necessarie per formulare la proposta di candidatura, ma si snoderà su un percorso biennale, nel quale verranno promosse diverse iniziative che saranno alla base del dossier da sottoporre alla Commissione. Per il Gargano e per l’intera provincia di Foggia – conclude l’assessore Consiglio – si tratta di una sfida molto importante per lo sviluppo civile, economico, turistico, in quanto l’auspicato riconoscimento della tarantella garganica come patrimonio immateriale dell’umanità rilancerà la tradizione e la vocazione del Gargano come crocevia del mondo, offrendogli una consacrazione internazionale”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright