The news is by your side.

Pallavolo/ Alla CSP Ipssar Volley Vieste la 2^ tappa della Capitanata Cup

23

Si è conclusa con la vittoria finale del CSP Ipssar Volley Vieste, la 2^ tappa della Capitanata Cup Femminile Aics di Pallavolo, svoltasi a S. Nicandro a cura della società locale dell’Anpsi,  la squadra di Vieste  ha battuto nella finale la Pentagono Mattinata per 2 a 0, dopo aver sconfitto con analogo risultato sia l’Anspi S. Nicandro che la Possenti Troia; 9 i punti complessivi conquistati, al 2 posto il Mattinata con 6 punti, al 3^ il S. Nicandro con 3 punti, a 0 la Possenti Troia.  In classifica generale il CSP ha ora 14 punti, seguito dalla Pentagono con 9 punti, a 3 il S. Nicandro , a 1 punto la Possenti Troia. Il CSP capeggiato dalla mamma, Loredano Pagano, ha potuto utilizzare anche Milena Clemente e Marianna Cariglia,  oltre alle giocatrici abituali, quali Debora Mancuso Malerba, Martina Bosco, Ramona Campaniello, Maria Impagnatiello, Michela Monacis e Marianna Torre, in panchina Michele Notarangelo, in sostituzione dell’allenatrice titolare Maria Vescera. La squadra del CSP, ha o alternato in campo tutte le giocatrice, ha avuto una partenza incerta, complice anche la levataccia  mattutina, ma riusciva poi a riprendersi e a controllare la 1^ partita con il S. Nicandro. Nella 2^ partita era la Pentagono Mattinata a vincere agevolmente con la Possenti Troia e si portava dunque a pari punti con il CSP. L’incontro successivo poneva il Csp contro la Possenti Troia, la partita è stata sempre controllata dal più esperto team viestano che vincendo per 2 a 0 si riportava nuovamente al 1^ posto con 6 punti. Dopo la pausa pranzo riprendevano le ostilità con il Mattinata che affrontava e vinceva per 2 a 0 con i padroni di casa dell’Anspi riprendendo  ancora il team di Vieste. La 5^ partita, una semifinale per il 3^ e 4^ posto, si concludeva con la vittoria dell’Anspi S. Nicandro sul Troia per 2 a 0, un incontro abbastanza equilibrato che solo nelle fasi finali del 2^ set evitava il ricorso al tie break, grazie ad un buon recupero dell’Anspi. La 6^ ed ultima partita, come già avvenuto nella prima tappa, di fatto risultava essere una vera e propria finale per il 1ì e 2ì posto,  le due squadre contendenti la Pentagono Mattinata, capeggiata da Ilaria Conoscitore e il CSP Ipssar Volley Vieste, erano entrambi a punteggio pieno. Ottima la partenza della Pentagono, allenata da Antonio Amicarelli, che grazie ai suoi attacchi più incisivi e costanti riusciva a condurre quasi tutto il primo set, raggiunta poi sul punteggio di 17 pari, la Pentagono aveva ancora un trend più favorevole, tanto da portarsi sul punteggio di 23 a 18 e nulla lasciava presagire una soluzione diversa del set. Il CSP invece riusciva ad avere un ritorno di orgoglio, ma era ancora il Mattinata ad avere la palla per chiudere il set sul 24 a 21, non sfruttandola,  dando il servizio ad una sicura Milena Clemente, che non sbagliava  e grazie alle positive finalizzazioni della linea d’attacco, il CSP riusciva prima a portarsi sul 24 pari e a chiudere poi, a proprio favore il set, sul 26 a 24. Al cambio campo, il 2^ set procedeva con un andamento paritario fino al 12 punto, poi  era il CSP a prendere le distanze , racimolando punto su punto un distacco che lo ponesse in una situazione confortevole, tale da poter controllare l’ultima fase della partita che chiudeva definitivamente con il punteggio di 25 a 18.
Grande esultanza a fine manifestazione per tutto il CSP, che bissa così la prima tappa di una Capitanata Cup che ora vede essenzialmente due contendenti , il Vieste ed il Mattinata, ma ci sono ancora 2 tappe e la Pentagono è una squadra di ottime capacità, apparsa in buona forma atletica, in netto miglioramento, quindi il CSp dovrà impegnarsi  se vorrà terminare a fine Coppa ancora al primo posto. Mercoledì 6 Gennaio, presso il palazzetto dello sport, Giovanni Paolo 2^, sarà effettuata la 2^ tappa maschile della Capitanata Cup, a cura proprio della Pentagono Mattinata e sarà nuovamente derby tra le due società,  ma le altre due squadre, S. Antonio Bovino e Possenti Troia, non staranno a guardare.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright