The news is by your side.

Calcio/ L’ATLETICO VIESTE NON MOLLA E SPERA NEL REAL BARLETTA

21

Campionato di Promozione sempre più appassionante con il duello di testa Canosa-Atletico Vieste, nessuna delle due squadre ha dato segni di cedimento, il Vieste ci crede e sogna ad occhi aperti, dovrà recuperare una gara e gli attuali 6 punti di distacco potrebbero essere ridotti…Rutiglianese permettendo! Domenica la 17^ giornata riserverà un interesante Real Barletta – Canosa (la gara si giocherà sul campo di Margherita di Savoia), l’Atletico Vieste invece farà visita al Soccer Atletico Molfetta, la squadra molfettese ha rimediato ben 9 sconfitte, in casa però è stata battuta solo dalla Rutiglianese per 4 – 0 alla prima giornata di campionato poi non ha più perso confermandosi sempre più come squadra difficile da battere in casa.
Nelle file del Soccer Molfetta ci sono giocatori interessanti, su tutti un certo La Cavalla che ha classe e potenza fisica, un tuttofare da marcare stretto.
La squadra di Franco Cinque pur ridimensionata spaventosamente nel suo organico (solo 8 giocatori senjores disponibili) conta su un nutrito gruppo di juniores con fascia di età 90, 91 e 92, gli automatismi di gioco impartiti da Franco Cinque sono validi a tal punto da definire coraggioso questo tecnico che ha accettato sin dall’inizio questa situazione molto precaria.
Era inevitabile che durante il campionato potessero capitare degli infortuni (Trotta, Ducange e Melchionda), qualche partenza (Scarano), per fortuna non ci sono state sinora squalifiche decisive (solo tre giocatori diffidati).
Quest’anno l’aver puntato sui juniores della Salvemini Manfredonia è stata una decisione tanto coraggiosa quanto opportuna, a ragion veduta si può dire che proprio questi giovani sconosciuti hanno anticipato il processo di rinnovamento, altri giovani (Caiafa e Gemma) si son rivelati ben al di sopra della media.
Un Vieste che punta all’Eccellenza senza “armi”..un confronto che alla distanza rischia di essere impari visto la differenza tecnica tra i due organici, quello del Vieste e quello del Canosa…ma per ora il responso del campo ha detto esattamente il contrario, Vieste favorito rispetto al Canosa.
La Società del patron Lorenzo Spina Diana ha ridotto il suo budget ai minimi storici, una sorta di sopravvivenza responsabile estesa anche a tutti i giocatori che consapevoli di questa situazione economica molto precaria hanno accettato tutte le condizioni.
Grande ammirazione per questi ragazzi così attaccati alla maglia, si allenano con impegno, sarebbe un vero peccato a questo punto del campionato se questa politica del risparmio (necessaria)…alla lunga potrebbe incidere e far svanire l’impresa..perchè di impresa si tratta!
Il campionato quest’anno è davvero alla portata della squadra viestana che pur con l’organico ridotto o forse insufficiente è convinto di potercela fare lo stesso, morale quindi alle stelle per queste due trasferte consecutive, quella di domenica a Molfetta e poi successivamente a Valenzano contro lo Japigia…a questo punto cominciare a sperare nel miracolo..perchè di miracolo si tratta, non costa davvero nulla…l’importante è capire questo messaggio.
ARBITRO: Scatigna Pietro coadiuvato dagli assistenti Malagnino Pietro e Azzaro Giovanni della sezione di Taranto.
FORMAZIONE: Bua, Paolo Augelli, Caiafa, Sollitto, Stellato, Gemma, Rocco Augelli, Silvestri, Gentile, Colella, Zoila.                    
                                                                 Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright