The news is by your side.

Regionali, il 28 febbraio scade il termine per presentare le liste

19

Un mese e mezzo di tempo per presentare le liste dei candidati per le regionali. Entro il 28 febbraio i partiti dovranno depositarle presso le cancellerie dei tribunali competenti. A dettare la tabella di marcia è la legge 108 del 1968 in relazione alla data scelta per il voto, ossia il 28 e il 29 marzo. Per l’11 del prossimo mese dovranno invece essere indetti i comizi elettorali. Come spiegano anche i tecnici della Conferenza dei presidenti dei Consigli regionali, la data che si utilizza per effettuare i conteggi è quella del primo giorno di voto, quindi il 28 marzo. La legge 108/68 detta le norme per l’elezione dei Consigli regionali delle Regioni a statuto ordinario. Le disposizioni sulla presentazioni dei candidati sono contenute nell’articolo 9 dove si specifica che ‘le liste dei candidati per ogni collegio devono essere presentate dalle ore 8 del trentesimo giorno alle ore 12 del ventinovesimo giorno antecedenti quelli della votazione’. Operazione da effettuare ‘presso il tribunale nella cui giurisdizione è il comune capoluogo della provincia’. Il che porta, calendario alla mano, al 28 febbraio il termine per la presentazione delle liste. L’articolo 3, invece, specifica che i consiglieri regionali ‘esercitano la propria funzione fino al 46/o giorno antecedente alla data delle elezioni’ per il loro rinnovo e 45 giorni prima della data stabilita per il voto vengono indetti i comizi elettorali. In altre parole, iniziano ufficialmente sul territorio le procedure elettorali, con i sindaci della regione interessata dal voto che devono darne notizia agli elettori con un apposito manifesto. Operazione che in questo caso cadrà l’11 febbraio.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright