The news is by your side.

Mercato Coperto di Vieste/ Aldo Ragni: “una storia annunciata”

119

Nei giorni scorsi la stampa ha dato notizia di un nucleo familiare che ha occupato alcuni locali del mercato coperto, visto che quella struttura non è mai stata completata ed ormai è in totale stato di abbandono. In occasione del Consiglio Comunale di venerdì prossimo, presenterò una interrogazione al Sindaco per sapere se corrisponde al vero il fatto che nel precedente bilancio comunale erano stati stanziati 380.000 € per la sistemazione di quell’immobile che sarebbe dovuto divenire sede di uffici pubblici; ma che con una successiva variazione di bilancio l’amministrazione ha destinato quei fondi per la realizzazione dei due manufatti alla “mancina”, sulla banchina del porto.
Mi auguro davvero che non sia così visto che quei manufatti altro non sono se non uno scempio ambientale sui quali è intervenuta fortunatamente la Regione Puglia che con una ordinanza ne ha previsto l’abbattimento.
Ordinanza contro la quale il Comune di Vieste ha ricorso al TAR Puglia; Tar che anche in questo caso ha dato torto all’amministrazione comunale.
Nei prossimi giorni, da notizie apprese negli uffici comunali, si dovrebbe provvedere alla demolizione di quei due manufatti.
Se questa ricostruzione fosse fondata ci ritroveremmo con l’assurdo che il mercato coperto è stato occupato perché i soldi necessari a completarlo sono stati dirottati dall’amministrazione comunale per finanziare due manufatti che adesso devono essere abbattuti.
“E io pago” diceva Totò; oltre al danno, la beffa.

Il Capogruppo
Aldo Ragni


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright