The news is by your side.

Regionali: Vendola travolge il Pd e sfida il «bombardiere» Palese

21

Nichi sbanca le primarie con oltre il 70% delle preferenze. Nel confronto di marzo se la dovrà vedere col capogruppo del PDL.
Nella sfida delle primarie del centrosinistra vince Nichi Vendola con il 70% (hanno votato in 192 mila, 135 mila per Nichi). E intanto il Pdl indica il capogruppo regionale Rocco Palese a sfidarlo per il posto di governatore nell’elezione regionale di marzo. Tutti felici e (s)contenti visto che Vendfola era il candidato che non voleva il Pd di D’Alema e Bersani e Palese era quello che non piaceva a Berlusconi (che avrebbe voluto Attilio Romita o Stefano Dambruoso).

I RISULTATI FINALI – Saranno i segretari regionali del Pd, Sergio Blasi, e di Sinistra ecologia e Libertà, Nicola Fratoianni, ad ufficializzare in giornata i dati relativi alle primarie che il centrosinistra ha disputato domenica in Puglia e che hanno decretato la vittoria del presidente uscente della Regione Puglia, Nichi Vendola (Sel) su Francesco Boccia (Pd). Il caso Puglia dopo la schiacciante vittoria di Vendola – che secondo quanto riferito ieri dal suo comitato avrebbe ottenuto il 70% contro il 30% di Boccia – sarà esaminata nel primo pomeriggio dalla direzione nazionale del Pd. Alla riunione parteciperà Francesco Boccia, mentre il segretario regionale del Pd, ha preferito rimanere oggi in Puglia. Blasi, insieme con Fratoianni, secondo quanto si è saputo da fonti della segreteria regionale del Pd, dovrebbero tenere una conferenza stampa congiunta nelle prossime ore per l’ufficializzazione dei dati. Secondo fonti non ancora ufficiali, quindi, Vendola avrebbe ottenuto nella provincia di Bari l’81% e Boccia il 19%; nella provincia Bat Vendola il 63,2% e Boccia il 36,8; in provincia di Foggia Vendola il 56% e Boccia il 44%; in provincia di Brindisi Vendola 69,3% e Boccia 30,2%; in provincia di Lecce Vendola 61,9% e Boccia 38,1%; in provincia di Taranto Vendola 70,8% e Boccia 29,1%.

LA SFIDA – Per la sfida di marzo in campo ci saranno quindi Vendola da una parte e Rocco Palese dall’altra. «Palese è un avversario che stimo, è un avversario che naturalmente continua a esprimere il tema del deficit della classe dirigente del centro destra», dice il vincitore delle primarie del centrosinistra in Puglia, Nichi Vendola, parlando con i giornalisti del candidato deciso dal centrodestra per le prossime regionali, Rocco Palese, capogruppo del Pdl alla Regione Puglia. «Perchè – ha spiegato – è come se fuori dalla ridotta leccese il centrodestra non riuscisse ad attingere ad alcuna energia, non riuscisse a promuovere uno straccio di classe dirigente. La persona di Rocco Palese io la stimo, stimo soprattutto la sua passione combattentistica». «Ha tenuto in piedi per cinque anni – ha sostenuto – con anche una capacità da bombardiere la visione di una opposizione martellante, petulante, ma comunque si è battuto come un leone». «E quindi – ha concluso – io penso di dover dire queste parole sincere nei confronti di un avversario che tuttavia racconta con la sua candidatura la debolezza del centrodestra».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright