The news is by your side.

Due esponenti del Pdl: così abbiamo votato alle primarie. Per tre volte

15

Due del Pdl di Corato dichiarano: «Elezioni inaffidabili, abbiamo votato anche senza tessera elettorale». Votano tre volte alle primarie, in un altro comune rispetto a quello di residenza e senza tessera elettorale. Giuseppe D’Introno e Salvatore Balducci, due membri del Pdl di Corato (un consigliere comunale e un dirigente di partito), con il loro gesto hanno voluto dimostrare l’inaffidabilità del sistema scelto dal centrosinistra. «Chi pensava alle primarie – dice D’Introno – come al metodo più sicuro per scegliere il candidato giusto per la presidenza della Regione Puglia deve ricredersi».
IN TRE DIVERSE CITTA’ – I due , infatti, hanno votato in tre città pugliesi senza che nessuno eccepisse nulla: a Trani hanno votato per Vendola, a di Ruvo di Puglia per Boccia, e a Barletta hanno espresso il voto nullo. «Nessuno – continua il consigliere comunale Pdl – ha controllato se veramente risiedevamo in quelle città e in tutti i seggi ci hanno consentito di votare senza crearci problemi e senza controllare veramente se le informazioni date fossero veritiere. Attraverso il nostro voto (2 a favore di Boccia, 2 a favore di Vendola e 2 nulli) non abbiamo voluto propendere per nessuno dei candidati, ma il nostro obiettivo è stato quello di far capire quanto semplice è falsare una votazione del genere. L’unica beffa è che abbiamo dato 6 euro al Pd».
Angelo Alfonso Centrone


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright