The news is by your side.

La Provincia: a Foggia c’è la ‘scuola di sussidiarietà’, prima al Sud e in Puglia

18

Obiettivi: programmazione e formazione della classe dirigente.

 

Un’esperienza che qualifica la Provincia di Foggia quale polo d’eccellenza del Mezzogiorno d’Italia nell’attività di programmazione e di formazione della classe dirigente degli Enti Locali, oltre che nella promozione dell’interesse collettivo e del bene comune». Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, ha presentato a Palazzo Dogana le quattro giornate di studio denominate “Scuola di Sussidiarietà”.

L’iniziativa è stata proposta e realizzata in collaborazione con la Compagnia delle Opere di Foggia e la Fondazione per la Sussidiarietà di Milano, con il contributo dell’Amministrazione provinciale. Si tratta di una delle prime esperienze di questa natura attivate nel Meridione d’Italia, come sottolineato dall’On. Maurizio Lupi, presidente dell’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà e vicepresidente della Camera dei Deputati, presente al convegno organizzato per illustrare contenuti e finalità del progetto.

«Con questo ciclo di incontri – ha evidenziato il presidente della Provincia – vogliamo attivare una riflessione permanente sulle buone prassi amministrative, avvicinando le Istituzioni ai cittadini e coniugando i principi di efficienza e responsabilità che oggi più mai non investono soltanto il sistema degli Enti Locali ma anche quello imprenditoriale ».

Non a caso, infatti, le giornate di studio sono rivolte agli amministratori locali, ai funzionari e ai dirigenti degli Enti Locali ma anche ad imprenditori e manager di imprese di settori di pubblica utilità, a giuristi ed esperti di finanza, a rappresentanti delle organizzazioni sindacali, imprenditoriali e del terzo settore e al personale del sistema camerale.

«Rimettere al centro di ogni nostra azione il bene comune nel rispetto proprio del principio di sussidiarietà – ha aggiunto Pepe – è un dovere che specie nel Meridione deve essere avvertito in modo ancor più forte dopo l’approvazione della riforma sul federalismo fiscale».

Sulla stessa lunghezza d’onda il Prefetto di Foggia, Antonio Nunziante, secondo il quale la “Scuola di Sussidiarietà” «rappresenta una significativa apertura culturale del territorio, un banco di prova sul quale misurare la capacità di “fare sistema” e capitalizzare le straordinarie potenzialità della Capitanata».

Quattro, come detto, gli incontri di studio previsti nella Sala del Tribunale di Palazzo Dogana (la cui partecipazione sarà gratuita) che vedranno la presenza di qualificati docenti delle Università di Milano, Padova, Bergamo, del Molise. Oggetto del confronto i nuovi modelli di governance territoriale, le dinamiche economiche, il rapporto tra sussidiarietà e servizi alla persona, le politiche per la famiglia, il federalismo fiscale.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright