The news is by your side.

Legge elettorale: 2 gg di Consiglio regionale

24

Domani e venerdì all’odg pure la sanità.

 

La conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari ha deciso che il Consiglio regionale tornerà a riunirsi giovedì 4 e venerdì 5 febbraio. In avvio dei lavori il seguito dell’esame della proposta di legge con le modifiche alla legge elettorale. A seguire, l’ordine del giorno concordato dai capigruppo prevede tra l’altro il ddl con le norme urgenti in materia sanitaria e gli argomenti stralciati dall’ex “ommibus”: agenzia per le attività irriguo-forestali e proroghe e scadenze urgenti.

Affollata tornata di audizioni in commissione consiliare Sanità per il cosiddetto “omnibus” nella parte relativa alle “norme urgenti in materia di sanità”. Tutte le associazioni presenti hanno presentato emendamenti e proposte per migliorare il testo di legge. Polemica la posizione dell’Anci: “una legge regionale che in qualche modo tocca le amministrazioni comunali, va concordata prioritariamente con i Comuni, come previsto dalla Costituzione”.

La Uil ha espresso sul provvedimento un giudizio di massima negativo: “Avremmo voluto leggere un decreto che sanasse una serie di problemi, un piano della salute organico e non una legge che affronta solo piccoli problemi”. Chiara la posizione della Cisl “l’omnibus non deve essere uno strumento elettorale”, mentre la Cgil ha espresso un giudizio pressoché positivo soprattutto sugli accreditamenti e sui percorsi di stabilizzazione del personale precario.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright