The news is by your side.

Gli operatori del 118 s’incatenano alla ASL di Foggia

18

Contro un precariato travestito da volontariato.

 

Dal 7 gennaio sfidano il freddo e la pioggia con tende montate davanti alla sede della Asl di Foggia, l’azienda sanitaria che aveva promesso loro l’assunzione. E’ La protesta degli operatori del 118 si è trasferita al quarto piano della Asl, lì dove c’è l’ufficio del direttore generale, a Bari. Pare proprio per discutere di questa vicenda. In dieci si sono incatenati alla ringhiera delle scale anche se a trovarsi nella stessa situazione sono in ben 200 in tutta la Provincia. Sono autisti e soccorritori del 118 assunti con associazioni di volontariato, convenzionate con la Asl. E’ un volontariato che nasconde il precariato: e chi lo ha accettato, riscuotendo rimborsi spese invece di stipendi, lo ha fatto in vista di una stabilizzazione che però stenta ad arrivare. La protesta continuerà fino a quando non si avranno risposte concrete Contemporaneamente, il servizio nelle sedi del 118 verrà assicurato, senza alcuna interruzione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright