The news is by your side.

S. Giovanni Rotondo/ Centinaia di fedeli per il Bambinello di Betlemme

26

Da San Pio per il suo primo viaggio in Italia. Il Bambinello di Betlemme è arrivato in elicottero al campo sportivo di San Giovanni Rotondo dove ad attenderlo c’erano centinaia di fedeli desiderosi di baciarlo.  E’ la prima volta che la statua del "divino infante" lascia il santuario di Betlemme dal 25 febbraio del 1921, giorno in cui giunse nella città natale di Gesù. "San Francesco è l’inventore del presepe e Padre Pio, suo seguace, è la reale immagine del Natale vissuto. Per questo motivo, ha dichiarato padre Jerzy Kraj, rettore del santuario di Betlemme, abbiamo voluto portare a San Giovanni Rotondo l’immagine della vita nuova che Gesù ci porta". Dal campo sportivo il bambin Gesù è stato portato nella chiesa di San Leonardo Abate. Dopo la benedizione, la statua è stata riposta in una teca di vetro circondata da rose bianche e rosse. L’intero paese aspettava da giorni questo evento. Dalla chiesa madre il corteo si è poi spostato sotto il Palazzo di Città da cui è partita una lunga fiaccolata culminata al santuario di Santa Maria delle Grazie dove il Bambinello ha incontrato San Pio. Dopo la celebrazione eucaristica, in segno di gemellaggio, c’è stato uno scambio di doni. Padre Jerzy Kraj ha donato ai Cappuccini un pezzo della roccia della basilica di Betlemme e i frati cappuccini una pezzuola di stoffa con cui San Pio asciugava le ferite del costato. La statua del Bambinello resterà in esposizione nel santuario che accoglie le spoglie di San Pio fino al 7 febbraio.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright