The news is by your side.

Calcio Promozione/ Atletico Vieste – Polimnia Polignano 2–1

17

Quando Francesco Sollitto ha segnato il gol del definitivo vantaggio del Vieste si è notata tutta la forza e la bellezza della squadra viestana che è corsa ad abbracciare il giocatore che a sua volta ha saputo trasmettere durante questo campionato umiltà ed educazione ai suoi compagni quando lui era relegato in panchina, oggi è arrivato il suo turno con la gioia di un gol decisivo. L’Atletico Vieste ha vinto la gara più difficile del suo campionato, tante le energie nervose sprecate dai garganici che hanno saputo soffrire contro un Polignano per nulla disposto a cedere l’intera posta in palio.
Gara avvincente sotto l’aspetto emotivo un po’ meno sotto l’aspetto tecnico, due squadre che si sono affrontate a viso aperto senza badare a tatticismi, al 4’ ci provava Colella con un gran tiro che usciva fuori di poco, al 18’ Gentile per Rocco Augelli, pronto il tiro ma veniva deviato fortunosamente in angolo da un difensore, al 20’ Bua smanacciava il tiro d’angolo e salvava la sua porta.
Al 42’ la prima vera occasione del Polimnia su punizione, la calciava bene Di Bello e Bua rispondeva prontamente con una gran bella parata, nel minuto di recupero arrivava il vantaggio del Vieste.
Rocco Augelli intuiva un lungo traversone, addomesticava alla grande il pallone e poi al volo lo spediva splendidamente in rete all’angolo basso alla destra del portiere, gol da cineteca e pubblico in tripudio sulle affollate gradinate.
Nella ripresa il Polimnia ha onorato la sua presenza in campo con una prestazione sontuosa, Vieste più volte in difficoltà subiva il pareggio al 16’ con un gran tiro di Di Bello che pur deviato da Bua finiva comunque nel sacco.
Al 21’ gran diagonale di Colella per Gentile, tutto bello meno che l’altruismo del bomber che ha optato per il passaggio e non per il tiro, al 27’ irresistibile azione dei gemelli “meraviglia” Augelli, Paolo seminava il panico e passava al gemello Rocco, gran tiro di quest’ultimo e pallone che lambiva il palo.
Al 30’ il Vieste segnava il gol partita, Colella calciava stupendamente un calcio piazzato, area affollatissima e Rocco Augelli che tirava a colpo sicuro, ribattuta miracolosa di Frappampina e poi Francesco Sollitto bravo a gonfiare la rete con un tiro rabbioso e pieno di esultanza.
Francesco Sollitto aveva tutte le ragioni di esultare, il suo è stato un campionato all’insegna della pazienza, tante panchine e tanto silenzio, ora è arrivato il suo turno con un gol che forse può valere l’Eccellenza.
Al 40’ su un lungo traversone il Polimnia rischiava di segnare il gol del pareggio e rovinare così la festa ai tifosi viestani, Di Bello saltava fuori tempo e sciupava clamorosamente l’aggangio col pallone con Bua ormai fuori causa.
Il triplice fischio finale ed il pareggio del Canosa trasformavano le tribune del “Riccardo Spina”, clima di festa e tripudio per tutta la squadra…ma il Vieste è stato bruttino in campo, ha sofferto molto ma ci ha sempre creduto, vittoria quindi pesante che vale l’aggangio al Canosa sapendo di dover recuperare la gara con la Rinascita Rutiglianese che potrebbe valere il primo posto in classifica….ma questo Vieste è troppo realista per montarsi la testa senza giocare il restante delle partite in calendario.

ATLETICO VIESTE: Bua, Augelli Paolo, Caiafa (dal 42’ st Stoppiello), Sollitto, Pellegrino, Gemma, Augelli Rocco (dal 44’ st Trotta), Silvestri, Gentile, Colella, Zoila. A disposizione: Barbone, Melchionda, Riontino, D’Errico, Malavisi. Allenatore: Franco Cinque
POLIMNIA: Frappampina, Zupo, Carrieri, Le Grottaglie, Lillo (dal 36’ st Giuliani), Todisco, Mastrangelo, Damiani, Di Bello, Pascazio, Patti (dal 39’ st Borracci). A disposizione: Bruno, Tropiano, Giannoccaro. All: Tateo
ARBITRO: Giovanni Dell’Orco di Molfetta
RETI: nel pt al 46’ Rocco Augelli, nel st al 16’ Di Bello, al 30’ Sollitto

                                                       Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright