The news is by your side.

Alla Provincia già si litiga per il dopo UDC

23

Altro che affidare la crisi alla sensibilità politica del presidente Pepe, come invocava il capogruppo del Pdl alla Provincia, Paolo Mongiello. E già bagarre a Palazzo Dogana, in vista della “riallocazione” delle deleghe che verranno tolte agli assessori centristi.  Esplode la polemica anche su Facebook. Nicola Vascello, uno dei due assessori dell’Udc che dovrebbero fare le valige non usa mezzi termini e contrattacca: “Il PDL ha finalmente messo le carte in tavola. Non c’è nessuna ragione politica è solo una sporca questione di poltrone.” Ma il siluro più grosso a Mongiello giunge da Rocco Ruo, capogruppo della Puglia prima di tutto, che respinge al mittente la richiesta formulata da Mongiello che chiedeva che le due poltrone lasciate dai centristi venissero assegnate al Pdl. “Dissento con la richiesta di attribuire al PDL le deleghe degli assessori UDC. Ritengo sia arrivato il momento – afferma Ruo – che il presidente Pepe sani il vulnus creato all’atto di formazione della sua giunta, quando escluse la partecipazione delle liste civiche. La Puglia prima di tutto rivendica con forza un proprio rappresentante all’interno del- l’esecutivo provinciale, che deve riequilibrarsi anche territorialmente con maggiore spazio al territorio garganico”.
Si litiga già di brutto in seno alla maggioranza che dopo “l’espulsione” dell’Udc vedrà ulteriormente alleggerito il suo peso aritmetico. Se il buongiorno si vede dal mattino, con tali chiari di luna, la navigazione si farà sempre più difficile per Antonio Pepe. E non si può escludere che il notaio foggiano, alla fine, decida di mandare tutti a quel paese.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright