The news is by your side.

Olio/ Annata 2010 di buona qualità

33

Prime valutazioni sui prodotti della raccolta delle olive a fine 2009. Produzione in calo, sale il prezzo. Coldiretti: “puntiamo ai 3 euro”.

 

Produzione in leggero calo, quel tanto che dovrebbe bastare a non lasciare nei magazzini prodotto invenduto, e prezzo leggermente in salita rispetto agli ultimi mesi dell’anno appena passato. L’annata olivicola 2009-2010, partita a fine ottobre, induce i produttori a sperare che le cose quest’anno andranno meglio rispetto all’anno scorso. Anche se quanto sta succedendo dagli inizi del 2010 non basta ancora per far tirare un sospiro di sollievo.
«Il prodotto è senza dubbio di ottima qualità», dice il direttore pugliese della Coldiretti, Antonio De Concilio. «La maturazione delle olive e il buon grado di acidità fa prevedere un prodotto appetibile per il mercato». L’olio di oliva pugliese, oltretutto, sta guadagnando anche sul mercato. Il prezzo è infatti in salita sia rispetto a novembre o dicembre 2009, quando non superava i 2,2 euro a litro, sia rispetto alla media dell’annata 2008-2009 che non ha superato i 2,3 euro: al momento le quotazioni della Camera di commercio di Bari si attestano sui 2,7 euro al litro. Ma è un prezzo che non basta per far stare tranquilli. «O si superano i 3 euro al litro — dice De Concilio — o non ci sarà renumeratività per nessuno».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright