The news is by your side.

Crisi Provincia/ “Se revocano gli assessori è giusto tornare a votare”

17

Il presidente della Provincia, Antonio Pepe, non ha ancora revocato l’incarico di assessore ai due esponenti dell’Udc in giunta, Vito Guerrera (lavori pubblici) e Nicola Vascello (trasporti e turismo). La richiesta del gruppo consiliare del Pd a Palazzo Dogana rimane al momento un invito al presidente e al coordinamento regionale del partito che non ha assunto alcuna decisione ufficiale. Si prende tempo, insomma, in attesa di definire lo scenario. Ma si prende tempo anche per non fare della Provincia di Foggia un «caso» unico per la Puglia che potrebbe pregiudicare ulteriormente i rapporti già tesi tra il Pd e l’Udc.
Ma rimane la richiesta, tutt’altro che anonima, e cioè che per il Pdl alla Provincia di Foggia per i due assessori in quota Udc il «tempo e scaduto» e che bisogna «celermente provvedere al cambio e all’assegnazione dei due assessorati ad esponenti del Pdl».
Una posizione che viene fortemente contrastata dall’Unione di cèntro che, ieri a Foggia, e stata ribadita dal segretario regionale del partito, Angelo Sanza, nel capoluogo per un incontro promosso dai Popolari per la Puglia di Marcello Vernola verso la costituente di centro.
«Secondo noi si tratta di una mossa che non ha giustificazione politica perché due anni fa ci siamo presentati insieme al ballottaggio su un programma condiviso da secondo turno. Su quel programma e stato chiesto un voto all’elettorato Se le cose sono cambiate allora è opportuno che si prenda in seria considerazione, anche per la dignità della stessa amministrazione l’ipotesi di tornare alle urne Anzi per noi e l’unica strada da percorrere nell’eventualità di un azzeramento della delegazione dell’unione di Centro nella giunta Pepe che governa l’Amministrazione provinciale di Foggia>>, afferma Angelo Sanza che rileva come “non sia assolutamente cambiato nulla rispetto a due anni fa”. “Due anni fa siamo andati da soli alle politiche, questa volta andiamo da soli alle regionali perché il Pdl da una parte ed il Pd e la sinistra dall’altra non hanno capito la mutazione politica che è avvenuta in Puglia. Non vedo dunque perché la Provincia di Foggia rappresenti un problema ed un ostacolo”.”ha aggiunto Sanza. Resta il fatto che ieri Pepe è tornato a Foggia da Roma dove era impegnato con le attività parlamentari ma non ha firmato alcuna revoca ai due assessori in quota Unione di centro. Il presidente – da quello che si è inteso – vuole un «via libera» del coordinamento regionale del partito che si sarebbe dovuto riunire martedì scorso proprio per affrontare il nodo delle alleanze per le elezioni regionali e la sua ricaduta sulle amministrazioni locali a cominciare appunto dalla Provincia di Foggia. Ma anche a Bari, al momento, si preferisce il rinvio dell’argomento.

Filippo Santigliano


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright