The news is by your side.

L’Atletico “gelato” a -4 giovedì, torna ad abbronzarsi in testa (alla classifica)!

17

Gli Atleticos, dopo "la doccia fredda" in Coppa Italia Dilettanti di giovedì, che ha irritato i tifosi iscritti al gruppo "qui si deve vincere sempre, altrimenti…", scende di nuovo in campo al Riccardo Spina. Obiettivo? Montarsi, senza poi smontarsi, la testa della classifica. L’esaltante cavalcata dell’Atletico Vieste ha avuto forse l’epilogo decisivo della stagione proprio domenica scorsa, dopo la gigantesca vittoria sul San Paolo Bari che vale 9 punti!

E’ stato un continuo rincorrere la capolista Canosa conclusosi magnificamente con il sorpasso e ben due punti di distacco in classifica.
Atletico Vieste nuova capolista grazie anche all’ennesimo pareggio del Canosa, Mimmo Caricola tecnico del Canosa simpaticamente ha commentato così il quarto pareggio della sua squadra: “ci siamo suicidati e quindi abbiamo consegnato il campionato al Vieste..ma non molleremo, anzi ora siamo più motivati che mai a vincere il campionato”.
In casa Atletico Vieste la gioia è incontenibile, soprattutto il patron Lorenzo Spina Diana ha parole di elogio per il lavoro sin qui svolto da Franco Cinque e poi sincero il suo pensiero rivolto alla città di Vieste: “è stata una giornata esaltante, bellissima, emozionante…stiamo scrivendo una storia bellissima…e se tutto finirà nel migliore dei modi possiamo dire di aver realizzato in tempi brevi il nostro progetto”….”ora i nostri sforzi devono essere riconosciuti e premiati con un sostegno di massa di tutta la città ha sostenuto il patron Spina Diana..l’Eccellenza Pugliese è un campionato di lusso che va programmato in anticipo senza improvvisare nulla”.
Franco Cinque non vuol concedersi pause e quindi ha continuato a lavorare sodo negli allenamenti..soffocando per ora l’euforia che si è creata intorno alla squadra: “i tifosi è giusto che esultino..commenta mister Cinque, la squadra ha bisogno del grande pubblico e del loro calore, noi dobbiamo continuare a lavorare ed essere pronti per un finale di campionato molto difficile, mantenere alta la concentrazione sino al 25 aprile”.
In tre anni di Promozione il Vieste non era mai arrivato così in alto, dopo il brillante girone di andata, ha sempre pagato dazio nel girone di ritorno, terminando il campionato al quinto posto con 50 punti il primo anno e 49 la passata stagione, oggi i punti sono 44 e le partite da giocare sono ben 11 o meglio 10 visto che non si giocherà con l’Europa Grumese ed allora si partirà da 47 punti attuali con 6 gare da giocare al “Riccardo Spina” e solo 4 in trasferta, sembra tutto facile?…Assolutamente no perché il difficile viene adesso.
La tifoseria è in fermento…finalmente tutta la città ne è coinvolta, d’ora in poi per le gare casalinghe ci sarà la caccia al biglietto e si spera nel pienone già domenica contro l’Ascoli Satriano, una partita per nulla facile e piena di insidie (avversario “tignoso”).
Michele Melchionda era pronto a rientrare ma giovedi scorso nella gara di Coppa Italia Dilettanti è incappato nell’ennesimo infortunio che lo terrà fuori più di un mese, contro l’Ascoli Satriano ci sarà Rocco Augelli ma in forse il gemello Paolo anche lui incappato in una distorsione nella gara di Coppa.
Non sono del tutto infondate le voci riguardante la pericolosità del sintetico viestano che privo di una adeguata e seria manutenzione è diventato duro nonché pericoloso, si rischia di mandare in frantumi l’esorbitante spesa che è servita per realizzarlo se non si interviene subito….se qualcuno non ha capito…lo ripeteremo più volte!
Franco Cinque a furor di popolo è proiettato verso orizzonti nuovi….di lui si parla tanto negli ambienti del calcio Dilettantistico Pugliese..non si esclude che qualche club lo interpelli per il futuro…ma il patron Lorenzo Spina Diana lo ha “quasi”..incatenato.
Il tecnico sipontino ha vinto già una scommessa difficile, ha le idee chiare sull’Eccellenza e su come modellare la squadra….la Società viestana non gli potrà chiederà mica il sacrificio e quindi l’invito ad arrangiarsi per la seconda volta???
Arbitro: Domenico Palermo coadiuvato dagli assistenti Alessio Rega e Matteo Di Candia della Sezione di Bari
La formazione: assenti per infortunio Ducange, Stellato, Melchionda e forse Paolo Augelli, per squalifica Angelo Caifa,  per Franco Cinque inevitabile il ricorso ai Juniores.
                                                             

                             
 
    
                                         Michele Mascia


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright