The news is by your side.

PD/ La costruzione della lista per le regionali e il ruolo del Gargano

27

In questi giorni si sta lavorando per la definizione della lista dei candidati del PD per le prossime elezioni regionali. L’Unione provinciale, guidata dal Segretario Paolo Campo,  ha promosso nelle ultime due settimane una serie d’incontri (della Segreteria provinciale, della Direzione provinciale, della Conferenza dei segretari di circolo) per stabilire dei criteri per la scelta dei migliori candidati possibili per costruire una lista forte che possa trovare un ottimo riscontro presso l’elettorato democratico e non solo.  Tra questi criteri, dando per acquisita la riconferma dei tre consiglieri uscenti (l’asessore Elena Gentile, di Cerignola,  il presidente della commissione sanità Dino Marino, di S. Severo,  e Franco Ognissanti, di Manfredonia), oltre a quelli di genere e di corrente, certamente quello della territorialità è stato il più sentito. Oltre alle città dei tre uscenti, altre candidature dovrebbero scaturire dalle città di Lucera, da Foggia (con ben tre candidati) e da san Giovanni Rotondo (che viene considerata grande città). Paolo Campo ha dichiarato di volere un profilo del PD attento al territorio e le scelte dovranno perciò venire dal basso e non dovranno essere sentite dagli iscritti come imposte dall’alto.
Durante la Conferenza dei segretari di circolo, i circoli del Subappennino hanno già individuato Tino Grisorio come proprio candidato territoriale e hanno ringraziato il segretario provinciale per aver tenuto conto delle loro esigenze. I segretari Michele De Angelis, di S. Giovanni R. e Paolo Soccio di S. Marco in L., hanno posto l’istanza che anche il Gargano, pur avendo potenzialmente un bacino elettorale piuttosto ampio, possa esprimere una sola candidatura (tenendo conto della realtà molto frammentaria del promontorio gaganico), vista l’intesa che i circoli del Gargano stanno raggiungendo in questi giorni e pare non vi siano state preclusioni da parte del segretario provinciale. Ovviamente alcuni circoli hanno presentato la propria difficoltà a contrastare alcune candidature importanti dello schieramento avverso. Sintomatico il caso di Monte S.A., denunciato dal segretario Mimmo Arciuolo, dove l’ex commissario straordinario dell’ASL Donato Troiano , ex sindaco e dirigente PCI, addirittura si sarebbe candidato con il PDL.
I circoli del Gargano già da mesi stanno lavorando alla costituzione del Coordinamento d’area del Gargano (così come previsto dallo Statuto nazionale del PD e dal Regolamento di organizzazione  provinciale), attualmente coordinato da Paolo Soccio, per costruire un progetto comprensivo di tutte le idee programmatiche per lo sviluppo socio-economico del proprio territorio (riguardante la cultura, il turismo religioso, naturalistico e balneare, le infrastrutture, i servizi sanitari, l’Ente Parco ….)  e che possa raccogliere tutte le problematiche delle comunità del Gargano (le 13 coincidenti con quelle della Comunità montana). E’ stata difatti inoltrata anche una formale richiesta per la costituzione del Coordinamento che ha trovato il largo favore di Paolo Campo e della Segreteria tutta.

Il Circolo PD
S. Marco in Lamis


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright