The news is by your side.

Verso le Regionali/ Candidature il PD non ride: scelte attraverso un coordinamento

20

Se il Pd piange, il Pd non ride: polemiche e prese di posizione non mancano nemmeno sulla sponda opposta dove la scelta delle candidature per le regionali tiene banco. E a tal proposito è il segretario cittadino del Pd di San Marco in Lamis a prendere posizione. Pasquale Soccio: «La costruzione della lista per le regionali e il ruolo del Gargano devono avere un percorso ragionato.  L’Unione provinciale, guidata dal segretario Paolo Campo, ha promosso nelle ultime due settimane una serie d’incontri per stabilire dei criteri per la scelta dei migliori candidati possibili per costruire una lista forte. Tra questi criteri, dando per acquisita la riconferma dei tre consiglieri uscenti (l’assessore Elena Gentile, di Cerignola, il presidente della commissione sanità Dino Marino, di S.Severo, e Franco Ognissanti, di Manfredonia), oltre a quelli di genere e di corrente, certamente quello della territorialità è stato il più sentito. Oltre alle città dei tre uscenti, altre candidature dovrebbero scaturire dalle città di Lucera, da Foggia (con ben tre candidati) e da San Giovanni Rotondo (che viene considerata grande città). Paolo Campo ha dichiarato di volere un profilo del PD attento al territorio e le scelte dovranno perciò venire dal basso e non dovranno essere sentite dagli iscritti come imposte dall’alto. Durante la Conferenza dei segretari di circolo, i circoli del Subappennino hanno già individuato Tino Grisorio come proprio candidato territoriale e hanno ringraziato il segretario provinciale per aver tenuto conto delle loro esigenze. I segretari Michele DeAngelis, di S. Giovanni R. e Paolo Soccio di S.Marco in Lamis hanno posto l’istanza che anche il Gargano, pur avendo potenzialmente un bacino elettorale piuttosto ampio, possa esprimere una sola candidatura. Ovviamente alcuni circoli hanno presentato la propria difficoltà a contrastare alcune candidature importanti dello schieramento avverso. Sintomatico il caso di Monte Sant’Angelo, denunciato dal segretario Mimmo Arciuolo, dove l’ex commissario straordinario dell’ASL Donato Troiano , ex sindaco e dirigente PCI, addirittura si sarebbe candidato con il PDL. I circoli del Gargano già da mesi stanno lavorando alla costituzione del Coordinamento d’area del Gargano attualmente coordinato da Paolo Soccio che possa raccogliere tutte le problematiche delle comunità del Gargano. E’ stata difatti inoltrata anche una formale richiesta per la costituzione del Coordinamento.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright