The news is by your side.

Manfredonia/ Stefano Pecorella: “siamo alle comiche…..”

13

“….peccato che mai come in questo momento manfredonia ha bisogno di serietà”
 “In ogni campagna elettorale – ha dichiarato Stefano Pecorella –arriva un momento in cui per la sinistra tutti i mezzi diventano leciti per affermare ad ogni costo di avere ragione. Noto con stupore che quel momento è già arrivato “.
Il riferimento è alle offensive dichiarazioni del candidato sindaco della sinistra nel comunicato diffuso 3 giorni dopo la trasmissione di Teleblu e puntualmente pubblicato dal giornale su internet manfredonia.net, testata giornalistica di dubbia imparzialità.
“Siamo di fronte ad attacchi ed offese che mirano a colpire sul piano personale e non l’azione e il messaggio politico. Sento parlare di barzellette, bugie e investigatori in un tentativo di spettacolarizzazione che suscita perplessità e che ha poco in comune con la preziosa posta in gioco: il futuro e la ripresa della nostra città. Mi chiedo: come mai il candidato della sinistra non mi ha confutato durante la trasmissione piuttosto che tentare un “funambolico” recupero a posteriori?”
D’altronde è palese la differenza tra quanto sostenuto con pressapochismo in presa diretta nei dibattiti televisivi e pubblici e l’incredibile erudizione dei comunicati stampa.
“Ma, del resto, si tratta di una modalità di condurre le campagne elettorali in cui una certa sinistra è maestra e che mira a spostare il confronto dal piano politico a quello personale quando non si ha molto da dire. Sono tranquillo perché i cittadini già conoscono questi atteggiamenti e sapranno trarre le giuste valutazioni”.
Questa l’opinione di Stefano Pecorella, candidato alla guida di Palazzo San Domenico per la coalizione di Centrodestra (composta, lo ricordiamo, da: Pdl, Lista “Pecorella Sindaco DC”, La Puglia prima di tutto, Nuovo Psi).
“La realtà dei fatti è molto diversa da quella che il centrosinistra va raccontando e faccio un esempio su tutti. Dichiarare che il Comune di Manfredonia ha ristabilito 2 anni fa l’indice del Patto di stabilità – ha concluso Pecorella – cozza drammaticamente con i debiti fuori bilancio che l’amministrazione uscente ha portato puntualmente in Consiglio in questi ultimi 5 anni (l’ultima volta si è trattato di oltre 1 milione di euro, lo scorso 18 febbraio). Credo si debba parlare di alchimie di bilancio più che di altissime premialità”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright