The news is by your side.

Vieste – CANALE «TEGLIA», IL PONTE SI RIFARA’ IN PRIMAVERA? INTERROTTA LA LITORANEA PER PESCHICI?

14

Ne deriverebbero grandi disagi al traffico, a meno di rinviare i lavori a fine estate

 

A breve, in pieno periodo primaverile, la litoranea Vieste-Peschici (la Strada Provinciale 52) potrebbe essere interdetta alla circolazione per qualche settimana in prossimità del canale della «Teglia». Motivo dello stop al traffico veicolare in quel punto è il rifacimento del ponte sul tale canale visto l’ampliamento in corso dell’alveo dello stesso.

In realtà con tale interruzione, per raggiungere le zone subito prima e dopo il bivio per Mandrione, sia verso l’interno che sul proseguimento della stessa litoranea, bisognerebbe da Vieste percorrere un lungo periplo di strade interne. Tale disagio potrebbe rivelarsi di notevole impatto su un area in cui ci sono numerosi insediamenti turistici che proprio in quel periodo provvedono ad effettuare i lavori per la riapertura delle attività con l’approssimarsi della stagione estiva.

I lavori di sistemazione idraulica di quel canale sono effettuati dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano e consistono essenzialmente nella demolizione di parte del canale esistente e del ponte, con successiva realizzazione di un nuovo canale interrato e nuovo ponte.
Il bando di gara per tali opere fu emanato nell’agosto del 2008 e l’aggiudicazione dei lavori avvenne nel febbraio del 2009. L’importo complessivo dell’appalto dei lavori era di circa 1,3 milioni di euro. Su questo venne presentata un’offerta vincente con un ribasso di circa il 36% che portò all’aggiudicazione al raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla «Millenium Costruzioni S.r.l.» e dalla «Castaldo Costruzioni S.r.l.», entrambe con sede a Rapolla (Potenza).
I lavori hanno avuto regolarmente inizio, e stanno proseguendo [vedi foto], per quanto riguarda l’ampliamento del canale. Per il rifacimento del ponte ovvero per un analogo ampliamento vista la modifica del sottostante canale sembra che i lavori dovessero iniziare a gennaio.
Le imprese interessate non avrebbero però potuto intervenire sul ponte poiché Enel e Telecom non ancora provvedevano a riposizionare le sottostanti linee elettriche e telefoniche. A breve sembra che l’Enel provvederà a tali interventi mentre la Telecom sembra nicchiare.
Nel frattempo siamo ormai a marzo e se si decidesse di dar corso ai lavori del ponte, anche a breve, si rischierebbe di ritrovarsi in pieno periodo pasquale (ma anche oltre) con un disagio di collegamento stradale davvero importante.

Che l’intera opera, promossa dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, sia meritoria vista la situazione di tutta l’area è fuori discussione, per un canale che raccoglie le acque meteoriche provenienti dall’interno del bosco di Vieste. Basti pensare che proprio lo scorso 10 febbraio le abbondanti piogge causarono non pochi problemi quando proprio, a causa dei lavori in fase di ultimazione di quel canale, si verificarono allagamenti a danno di alcune strutture ricettive turistiche della zona, con diversi bungalow invasi da acqua e fango. Nell’occasione la parte terminale del canale rimase ostruita da detriti provocando l’esondazione che interessò alcune aziende turistiche.
Nei prossimi giorni, per valutare tutta la situazione che si andrebbe a determinare con l’avvio del rifacimento del ponte, l’Amministrazione comunale dovrebbe convocare un tavolo tecnico con il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano. Fra le ipotesi in ballo ci potrebbe essere anche quella di posticipare il tutto a fine estate per evitare quegli inevitabili disagi alla circolazione sia per i residenti che per i turisti.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright