The news is by your side.

Regionali/ Aldo Ragni (Pd) incontra il mondo della scuola

18

 “Sicurezza degli edifici e sostegno ai precari le priorità. Provincia immobile”.

 

Aldo Ragni incontra il mondo della scuola. Domani, venerdì 12 marzo, il candidato del Pd al Consiglio regionale della Puglia sarà ospite dell’associazione Capitanata Futura, sodalizio presieduto da Mario Melino. L’incontro si terrà alle ore 18, nella sede del sodalizio, in via Rovelli 18 a Foggia. “La scuola pubblica – dichiara Ragni – vive un momento di profonda crisi, nonostante l’impegno e i valori assoluti espressi in Puglia da oltre 10mila donne e uomini del personale docente. In tutta la regione, abbiamo una popolazione scolastica di circa 720mila studenti, di cui più di 130mila nella sola provincia di Foggia. E’ prioritario pensare alla loro sicurezza, aggiungendo nuove risorse a quelle già impegnate dalla Regione Puglia la scorsa estate, quando è iniziato un serio programma di intervento per l’adeguamento e la messa in sicurezza delle scuole pugliesi. Sono stati aperti 19 cantieri per l’abbattimento delle barriere architettoniche per un importo complessivo di 6milioni e 339mila euro. In totale, compresi gli interventi per le norme antisismiche, quelle antincendio e l’adeguamento generale delle strutture, sono stati investiti 30milioni di euro nell’ultimo anno. La provincia di Foggia è la seconda, in Puglia, per ciò che attiene all’insufficiente livello di sicurezza degli edifici scolastici. Dobbiamo rompere l’inerzia di Palazzo Dogana e sostenere lo sforzo dei Comuni, facendo sentire la voce del mondo della scuola fino a Roma, dove la Gelmini ha operato tagli scellerati, impegnando risorse di una esiguità vergognosa e impedendo, di fatto, il necessario potenziamento quantitativo e qualitativo per la formazione continua, il sostegno agli alunni disabili, la previsione di programmi che seguano gli studenti con handicap anche negli anni immediatamente successivi al ciclo obbligatorio di studi. La Regione Puglia ha attivato iniziative e stanziato fondi per gli insegnanti precari, ma anche in questo caso occorrerà fare di più, così come è fondamentale aiutare l’Università di Foggia a continuare ad essere un punto di riferimento”. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright