The news is by your side.

Mattinata/ Ricerche archeologiche firmata una intesa tra Amministrazione e Università di Foggia

12

Per promuovere e favorire iniziative scientifiche e specifiche ricerche e attività nel territorio di Mattinata aventi come oggetto una sempre più approfondita conoscenza del patrimonio archeologico, con particolare attenzione per il patrimonio relativo all’attività estrattiva della selce e al fine anche di una sua valorizzazione è stato firmato dal sindaco e dal Rettore dell’Università di Siena un apposito Protocollo di intesa tra l’Ateneo ed il Comune garganico.  L’Università svolge fin dagli anni ‘60 studi e ricerche sulla preistoria del Gargano, e dal 1986 ha in corso una ricerca sulle miniere di selce, rientrato tra i “Progetti di ricerca di interesse nazionale del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica”. Da parte sua il Comune di Mattinata “è interessato – si legge nella convenzione – allo sviluppo di ulteriori attività di ricerca preistorica e alla protezione del patrimonio archeologico, favorendo un arricchimento del territorio e della comunità locale. Tutto ciò anche con riferimento agli strumenti progettuali e finanziari messi a disposizione dalla nuova programmazione dell’Unione Europea, come avvenuto con la presentazione come ente capofila del progetto “Tutela e valorizzazione delle miniere preistoriche del Gargano” nell’ambito di Capitanata 2020”, realizzato proprio in collaborazione con l’Ateneo senese. Nel protocollo è inoltre previsto il coinvolgimento nei progetti di valorizzazione dei soggetti che operino sul territorio del Comune, come i giovani dell’associazione Paleotech di Mattinata, che hanno all’attivo ricerche e riproduzioni fedeli di manufatti con la selce. Responsabile scientifico e interfaccia con il Comune sarà la professoressa di Paletnologia Lucia Sarti. I rapporti con il Dipartimento di Archeologia di Siena si erano intensificati con l’attribuzione nel 2008 del Premio ambiente “Faraglioni di Puglia” all’ archeologo e antropologo senese Attilio Galiberti, padre degli studi sulle selci del Gargano.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright