The news is by your side.

Monte Sant’Angelo/ Stabilizzati gli 8 forestali esclusi

12

Si è risolta nel migliore dei modi la vicenda degli otto operai forestali (quattro del Gargano e quattro del subappennino dauno) che erano stati esclusi. Da Bari hanno fatto ammenda e così per gli otto si sono schiuse le porte di una entrata tra i quadri degli assunti della neonata Agenzia per le attività irrigue e forestali, il nuovo organismo creato dalla Regione e sorto proprio allo scopo dì “assorbire” gli stagionali e gestire le attività di forestazione.  Domani martedi 30 marzo i quattro operai di Monte Sant’Angelo e Vico del Gargano (Giulio Totaro, Donato Totaro, Pasquale Rignanese ed Antonio Scirpoli) insieme agli altri quattro del subappennino sosterranno le visite mediche finalizzate all’assunzione. Una notizia che ha fatto esplodere di gioia i lavoratori, che erano passati, la scorsa settimana, dalla felicità alla notizia del varo della legge alla cupa disperazione quando si erano accorti di essere stati ingiustamente esclusi. Tutto era nato a causa di un equivoco: “Avevamo scoperto per caso di essere stati esclusi, perche gli altri colleghi erano stati chiamati per le visite mediche e noi no. Ci siamo cosi insospettiti ed abbiamo accertato che per i commissari dell’Agenzia regionale non avevamo i requisiti. Cosa non vera, perche l’articolo 12 della legge regionale numero 3 dice che deve essere stabilizzato chi abbia fatto nell’anno 2009 almeno 70 giornate lavorative alle dipendenze della Regione Puglia. Noi ne avevamo fatte invece tra le 120 e le 130 di giornate. Per cui. . .“ ha spiegato Donato Totaro, 35 anni, sposato, due figli, di Monte Sant’Angelo, uno degli esclusi, poi riammesso. I quattro si erasno rivolti cosi alla Cisl provinciale per denunciare il loro caso.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright