The news is by your side.

Moto, frigo e cucine acquisti con incentivi dal 15 aprile

28

Da oggi venditori possono mettersi in regola con le procedure previste a partire dalla registrazione alle Poste.

 

Parte la macchina per gli incentivi. Da oggi i venditori possono mettersi in regola con le procedure previste, a partire dalla registrazione presso l’apposito call center predisposto da Posta Per quanto riguarda gli abbonamenti ad Internet veloce, saranno gli operatori di telecomunicazioni e non i venditori a dover procedere alla registrazione. I consumatori potranno invece acquistare moto, cucine ed elettrodomestici a partire dal 15 aprlle. Data, questa, slittata rispetto a oggi, previsto inizialmente dal governo. Il meccanismo per poter accedere agli incentivi prevede la prenotazione per il prodotto da acquistare. Il commerciante dovrà quindi verificare la disponibilità dell’incentivo e, dopo un giorno, potrà dare il via libera all’acquisto. Il rivenditore potrà quindi recuperare la somma scontata con cui ha venduto il prodotto. La somma messa a disposizione dal governo, 300 milioni cash più interventi fiscali per l2Omilioni, è di molto inferiore rispetto ai 2 miliardi elargiti lo scorso anno per rilanciare i settori in difficoltà. Ed è rimasto a piedi il comparto dell’auto, grande escluso dal pacchetto. Al «sistema casa» sono andati complessivamente 170 milioni di euro. Con 60 milioni per le cucine componibili, 50 milioni per gli elettrodomestici, e 60 milioni per gli immobili ad alta efficienza energetica. Nel pacchetto sono previste risorse per le nuove attivazioni, da parte dei giovani, della banda larga. Tra le diverse voci che rientrano nella lista del decreto
ci sono i rimorchi, le macchine per uso agricolo, le gru a torre per edilizia. Insieme a Inverter, motori alta efficienza, batterie per rifasamento e Ups. Mentre gli interventi fiscali riguardano il settore tessile, per 70 milioni di euro, la cantieristica e l’aerospazio per altri 50 milioni.

MOTOCICLI
Dodici milioni per i motocicli, che potranno essere utilizzati con uno sconto del 10% sul costo dei veicoli con un tetto di 750 euro, che sale al 20% per elettrici e ibridi (fino a 1500 euro). Il bonus potrà essere utilizzato per l’acquisto di mezzi fino 400 cc o fino a 70 kw di potenza per «euro 3», con rottamazione di «euro O» o «euro1». Nessuna rottamazione è richiesta per elettrici o ibridi.

CUCINE
Sessanta milioni per l’acquisto di cucine componibili, che consentiranno uno sconto del 10% sul costo, con un tetto di 1.000 euro. Per ottenere l’incentivo occorre avere una vecchia cucine da sostituire. Mentre la nuova cucina dovrà essere corredata con almeno due elettrodomestici ad alta efficienza. I nuovi mobili dovranno essere accompagnati dalla scheda identificativa del prodotto in legno, dovranno essere rispettate le norme sull’emissione di aldeide formica; dovrà essere presente la valvola di sicurezza per i piani cottura e predisposta per la raccolta differenziata.

ELETTR000MESTICI
E’ di 50 milioni l’incentivo per gli elettrodomestici. I consumatori potranno contare un uno
sconto del 20% e un tetto che varia a seconda del prodotto acquistato:fino a 130 euro per le lavastovig1ie, fino a 80 euro per i forni elettrici e piani cottura, fino a 100 euro per la cucine a gas, fino a 500 euro per le cappe climatizzate, fino a 400 euro per pompe di calore per acqua calda. Per poter utilizzare i bonus sono richiesti requisiti diversi a seconda dell’elettrodomestico che si acquista: Sostituzione vecchi apparecchi con lavastoviglie non inferiore alla classe A/A/A, forni elettrici non inferiori alla classe A, piani cottura con dispositivo Fsd, cucine libere con dispositivo Fsd e forno elettrico non inferiore alla classe A, cappe climatizzate, pompe di calore con Cop ≥ 2.5.

IMMOBILI
 Per gli immobili che effettuano lavori mirati all’efficienza energetica sono previsti 60 milioni di euro. Per i lavori che portano un fabbisogno migliorato del 30% (classe B) sono previsti
incentivi pari a 83 euro per metro quadro di superficie utile, per un tetto massimo di 5.000 euro. Per i lavori che portano a un fabbisogno migliorato del 5O% (classe A) il contributo è pari a 116 euro per metro quadro di superficie utile, fino a un massimo di 7.000 euro.

BANDA LARGA
In arrivo 20 milioni di euro, per i giovani, tra i 18 e 30anni, che effettuano una nuova attivazione. il contributo è di 50 euro.

RIMORCHI
Otto milioni vanno per l’acquisto dei mezzi. Contributo di 1.500 euro per i rimorchi categoria 04 con Abs (2000 con Abs + antiribaltamento) e contestuale radiazione rimorchi di più di 15 anni senza Abs. Mentre 3.000 euro andranno per l’acquisto di semirimorchi categoria 04 con Abs (4000 con Abs + antiribaltamento) e contestuale radiazione di semirimorchi di più di 15 anni senza Abs.

MACCHINE AGRICOLE
Incentivi per 20 milioni di euro, che si traducono in uno sconto del 10% sul costo di listino dei macchinari. Per accedere agli incentivi occorre rottamare un macchinario di stessa tipologia di fabbricazione anteriore al 31/12/1999. il macchinario acquistato devono rispondere alla fase IIIa e
con potenza non superiore al 50% del rottamato. Inoltre lo sconto dello stesso importo dell’incentivo deve venire praticato dal venditore.

NAUTICA
Vengono stanziati 20 milioni che si dividono tra motori fuoribordo, sconto del 20% del costo fino a 1.000 euro, e stampi per scafi da diporto, sconto del 50% del prezzo di acquisto fino a 200.000 euro per azienda. I requisiti necessari per ottenere lo sconto sull’acquisto dei-fuoribordo sono: sostituzione motori di vecchia generazione con motori a basso impatto ambientale fino a 75 kw potenza. Mentre nel caso di stampi per scafi da diporto occorre acquistare stampi per la laminazione sottovuoto dotati di flangia perimetrale destinati alla produzione di scafi da diporto.
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright